Bologna: Polfer sequestra materiale pedopornografico


La Polizia Ferroviaria di Bologna ha eseguito un arresto su disposizione dell’autorità giudiziaria per il reato di pedopornografia. L’operazione è scattata stamattina. Gli agenti della Polfer stanno tuttora effettuando numerose perquisizioni nei confronti di alcune persone tutte residenti a Bologna e indagate per lo stesso reato.

La base, secondo gli investigatori del commissariato di S.Giovanni in Persiceto e della Polfer, era a Crevalcore, nell’abitazione del sessantenne Dario Roncati, finito più volte in carcere a partire dai primi anni ’90 per reati sessuali contro minori. Ieri mattina, l’ex facchino è stato nuovamente arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare chiesta dal Pm, con le accuse di violenza sessuale e tentata violenza sessuale in danno di minore, induzione alla prostituzione minorile, produzione e detenzione di materiale pedopornografico. Con lui sono indagate a piede libero altre quattro persone: tre solo per l’ultimo reato, uno anche per violenza sessuale su minore.
Nel corso dell’attività di controllo, gli agenti hanno posto sotto sequestro l’appartamento di Roncati, dov’è stato ritrovato materiale pedopornografico (Pc, Dvd, Vhs e foto) interessante ai fini dell’indagine.
Stesso materiale trovato anche nel corso delle altre perquisizioni domiciliari.