Polizia Municipale Casalgrande: bilancio di un anno


L’attività della Polizia Municipale di Casalgrande nell’anno 2006 ha perseguito gli obiettivi fissati già dall’anno precedente e stabiliti anche a fronte delle richieste emerse negli incontri pubblici effettuati nel capoluogo e nelle frazioni del territorio.

Quanto è emerso in questi momenti di relazione con i cittadini ha determinato una direzione operativa più incisiva rispetto alle loro richieste tra le quali, e in primo luogo, la sicurezza stradale. In questa ottica la polizia Municipale ha attivato una campagna di informazione per sensibilizzare i conducenti dei veicoli in relazione al rispetto dei limiti della velocità anche mediante la pubblicazione della mappa dei punto di controllo di velocità (autovelox/ velomatic e telelaser).

Dall’analisi dei dati raccolti durante i rilievi dei sinistri stradali e a fronte di un sostanziale mantenimento del numero dei sinistri, si è potuto notare un decremento sia del numero dei sinistri con lesioni (-14,7%) che dei feriti nel suo totale (-16,8%). Rilevando l’ importanza del fattore velocità nella causazione dei sinistri, il decremento di cui sopra, non può che essere connesso alla serie di controlli attivati sul territorio in materia di circolazione stradale i quali, se non possono sicuramente abbattere quantitativamente il numero di incidenti, ne influenzano l’esito che non può che essere di minore gravità a velocità più ridotte.
In tal senso sono state 1136 le sanzioni per le quali sono previste decurtazioni di punti per un totale di 4.916 punti di cui 4.399 a titolari di patente da più di 3 anni e 434 (circa 10%) a carico di utenti con patente di guida da meno di 3 anni.

L’attività di Polizia Giudiziaria ha determinato la trasmissione di 68 notizie di reato alla Procura della repubblica di cui 5 per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, 1 per omissione di soccorso; 9 per illeciti di natura edilizia mentre sono 43 i sinistri con lesioni per le quali è stata data notizia; 10 sono i casi diversi tra i quali 1 relativo all’occupazione di manodopera clandestina a carico di titolare di impresa commerciale; 1 arresto è stato eseguito per inottemperanza all’obbligo di lasciare lo stato italiano a seguito di decreto di espulsione.

La polizia Municipale è inoltre occupata anche sul fronte della formazione professionale che ha visto la realizzazione del 3° convegno interregionale di polizia locale al quale hanno partecipato centinaia di ufficiali ed agenti provenienti da diverse regioni italiane.