I vincitori del concorso sulla Responsabilità sociale delle imprese


Sono dodici le aziende premiate al primo concorso modenese sulla Responsabilità sociale d’impresa (Rsi), promosso dalla Provincia con la collaborazione di Unicredit Banca e Banca etica. La proclamazione dei vincitori è avvenuta nel corso di una cerimonia al Collegio San Carlo.

“La partecipazione – osserva Palma Costi, assessore agli Interventi economici – è stata positiva sia per numero di progetti che per la loro qualità, considerato anche il fatto che si tratta della prima edizione di un simile concorso nella nostra provincia e di uno dei primi a livello nazionale”.
Oltre all’assessorato agli Interventi economici, hanno collaborato all’iniziativa anche gli assessorati alle Politiche sociali e all’Ambiente. Otto le sezioni del concorso per le quali sono stati presentati 38 progetti.

Per la sezione “Qualità del lavoro e relazioni con i dipendenti” ha vinto il Consorzio “Granterre”, società cooperativa agricola; per “Rapporti con la Comunità” hanno vinto ex equo Coop estense e Nordiconad; per “Ambiente” altri due vincitori ex equo, il Civ&Civ e l’azienda Tellure Rota; per la sezione “Filiera fornitori” il vincitore è Ghanacoop società cooperativa; per la “Rendicontazione” ha vinto la cooperativa sociale Aliante; nel “Marketing sociale” il premio è andato a Demil spa; nella sezione “Pari opportunità” vincitori ex equo Domus assistenza e Cut-service di Maurizio Pozzati; per l’Innovazione di prodotto o servizio di rilevanza sociale e ambientale il vincitore è Galvanica Nobili srl. Un riconoscimento speciale, inoltre, è andato a Tetra Pak Carton ambient spa, tenendo conto dell’impegno svolto in numerosi campi a favore della Rsi. I premiati vincono un logo dedicato alla Rsi che possono usare nell’immagine e nella comunicazione aziendale, oltre a una targa che attesta il riconoscimento.

“Il concorso – spiega l’assessore Costi – si pone l’obiettivo di sostenere gli sforzi delle imprese che oltre a produrre valore per se stesse si impegnano a creare valore anche per la società e il territorio che le ospita. Su questi temi di interesse collettivo è utile fare squadra e creare circoli virtuosi come è negli obiettivi del premio che è un riconoscimento delle esperienze concrete in corso e uno strumento per la conoscenza e lo scambio di buone pratiche fra imprese, cittadini, pubbliche amministrazioni e organizzazioni-no profit del nostro territorio”.