Orienteering: autunno ricco di appuntamenti




Dal 7 all’ 8 ottobre le gare a Pavullo e Piane di Mocogno per la “Due giorni del Frignano”, Trofeo Emilia-Romagna. Dal 16 al 20 ottobre e dal 17 al 19 novembre a S.Annapelago un doppio stage per gli insegnanti delle scuole dell’Emilia Romagna e del Lazio.

Nell’ordine il programma degli appuntamenti.
Sabato 7 ottobre, a Pavullo, il via alla “Due giorni del Frignano”, 5a prova del Trofeo Emilia-Romagna. Alle ore 15 parte la prova sprint. Il ritrovo è al Palazzo Ducale. La carta di gara che comprende il Parco Ducale e parte del centro storico è stata realizzata quest’anno dal Parco regionale del Frignano. Domenica 8 ci sposta a Piane di Mocogno dove alle ore 10 partirà la gara valida per il campionato regionale.

Dal 16 al 17 e dal 19 al 20 ottobre si disputa la seconda edizione dello stage di aggiornamento “L’orienteering nella scuola” a cui possono partecipare tutti gli insegnanti delle scuole dell’Emilia-Romagna. L’iniziativa è organizzata dal Consorzio Valli del Cimone con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, nell’ambito del programma di cooperazione transnazionale “Orienteering – Sport Ambiente: Fonti innovative di sviluppo” promossa insieme al Gal Antico Frignano / Appennino Reggiano, all’associazione sportiva Ori Club Appennino, e i clubs partners finlandesi della regione di Satakunta, nell’ambito del programma Comunitario Leader+. Sono previsti due corsi: uno base di avviamento (dal 16 al 17 ottobre) e uno avanzato di approfondimento (19 e 20 ottobre). Lo stesso stage sarà replicato a novembre (dal 17 al 19 novembre) per gli insegnanti delle scuole del Lazio.
Gli stages prevedono due programmi differenziati con lezioni in aula ed esercitazioni sul campo a cura di un team formato da istruttori regionali coordinati da Francesco Crovetti, direttore sportivo di Orienteering Club Appennino e docente di educazione fisica. Ad ogni corso sono ammessi un massimo di 25 insegnanti, le iscrizioni saranno accolte in ordine di data fino ad esaurimento dei posti disponibili. In considerazione di ciò si raccomanda di trasmettere la propria adesione sulla base della certezza di partecipazione.
Le iscrizioni dovranno essere trasmesse entro il 30 settembre. E’ previsto l’attestato di partecipazione. La frequenza al corso è gratuita per ciò che riguarda le docenze e i materiali didattici, resta a carico dei partecipanti il costo del soggiorno.
Per info e prenotazioni contattare Mario Magnanini al 335.6942931.

L’orienteering, chiamato “sport dei boschi”, è una disciplina sportiva che consiste nel cercare di compiere un percorso sconosciuto nel più breve tempo possibile servendosi soltanto di gambe bussola e carta topografica. Si pratica a piedi, in mountain bike oppure con gli sci da fondo. Sono una decina gli impianti cartografici dell’Appennino modenese in cui praticare l’orienteering.
Per informazioni sull’orienteering e gli appuntamenti in Appennino consultare il sito Internet.