Provincia chiede codice di autoregolamentazione su utilizzo del lavoro minorile


La necessità che le aziende italiane che lavorano all’estero, in particolare nei paesi emergenti (Cina, India, Turchia), adottino codici di autoregolamentazione sull’utilizzo del lavoro minorile e femminile, è stata sottolineata in un ordine del giorno presentato dai gruppi di Forza Italia e AN e approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale nella seduta di ieri.


Il documento, illustrato dalla consigliera forzista Angela Labanca, invita il Governo italiano “ad adoperarsi perché tale codice venga sottoscritto,
affinché la retribuzione e le condizioni di lavoro, anche in quelle realtà, siano conformi al rispetto dei diritti civili e della persona”.