Modena: Lega Nord, anziana senza medico di base in casa protetta


A Modena, un’anziana signora ospite della Casa protetta “Casa della Gioia e del Sole” dopo aver richiesto di cambiare medico di base, avrebbe ricevuto una lettera dall’Ausl nella quale si formalizzava che il medico curante ‘ricusava’ la paziente in quanto il rapporto di fiducia era ormai turbato.

Mauro Manfredini (Lega Nord), ha rivolto una interrogazione alla Giunta per sapere se, accertato che con questo comportamento si sono lesi i diritti del cittadino (“la signora, rileva l’interrogante, pur essendo ospite della casa di riposo, da gennaio non è più assistita da nessun medico di base”), intenda intervenire al fine di sanare questa situazione e cosa intenda fare per evitare che casi come questo si possano ripetere.