Modena: intesa Comune-Sindacati su bilancio 2006


I limiti imposti dal governo alla finanza locale, la scelta di difendere comunque la spesa sociale e gli investimenti per lo sviluppo, la conferma di un metodo di lavoro, quello della concertazione, che nei prossimi mesi porterà Amministrazione Comunale ed Organizzazioni Sindacali ad intensificare il confronto.

L’accordo firmato oggi dal Sindaco Pighi e dai segretari provinciali di Cgil-Cisl-Uil, Pivanti, Falcone e Tollari, ha il valore di un impegno reciproco volto alla ricerca di soluzioni politiche ed amministrative sempre più vicine alle esigenze dei cittadini modenesi ed in particolare della fasce più deboli della popolazione.

L’intesa, infatti, definisce il quadro generale della relazioni e degli obiettivi, ma al tempo stesso indica anche percorsi e scadenze precise: in particolare si discuterà l’impiego delle risorse aggiuntive che dovessero presentarsi in corso d’anno con l’obiettivo di incrementare ulteriormente la spesa sociale per oltre 500mila euro; si delinea l’impegno a discutere preventivamente la destinazione delle ulteriori risorse derivanti dagli assestamenti di bilancio; verrà inoltre attivato uno specifico confronto sul passaggio da tassa a tariffa per i rifiuti solidi urbani per valutare con attenzione le ricadute economiche e sociali sui cittadini, sulle famiglie e sulle attività produttive; sarà anche sviluppato un tavolo di confronto di merito sui temi dell’assetto organizzativo del Comune e delle politiche di valorizzazione e stabilizzazione dei posti di lavoro.
Infine, si conferma l’impegno a svolgere incontri tematici con i singoli assessorati per verificare l’attuazione delle politiche dell’amministrazione e l’andamento della relativa spesa.