Nuove tecnologie per Radiologia al Rizzoli di Bologna


A poche settimane dal trasferimento nei nuovi
locali (previsto entro fine anno) del Servizio di Radiologia, che consentirà di razionalizzare l’attività accentrando in un’unica area tutte le diagnostiche e liberando pregevoli spazi dell’ala storica, gli
Istituti Ortopedici Rizzoli di Bologna stanno acquisendo apparecchiature di ultima generazione che permetteranno l’esecuzione di esami radiologici più veloci e precisi.

L’intervento – precisa una nota degli Istituti – si
inserisce in un quadro complessivo di ampliamento e adeguamento dell’ospedale, avviato nei primi anni ’90 e organizzato per fasi nell’intento di contenere i disagi agli utenti e, più in generale,
all’attività assistenziale
Le tappe precedenti hanno portato all’edificazione della Nuova Ala in cui sono funzionanti, dall’estate 2002, tre piani di degenza.

I nuovi locali della Radiologia sono situati al piano terra su una superficie di circa 1.200 mq, il doppio dell’area a disposizione dell’attuale servizio, e avranno la dotazione tecnologica di una Risonanza
Magnetica (già attiva), una Tac, tre diagnostiche radiologiche e due diagnostiche ecografiche.
In particolare è in fase di acquisto un apparecchio polifunzionale che consentirà un importante sviluppo delle prestazioni di radiologia
interventistica vascolare offerte dagli Istituti Ortopedici Rizzoli, come radiogrammi panoramici della colonna e degli arti con tecnica digitale
dedicata. Queste procedure ”migliorano in modo sostanziale il risultato iconografico, riducendo nel contempo la dose di esposizione del paziente”.

Fra le nuove attrezzature acquisite, anche tre nuovi amplificatori di brillanza digitali ad alta definizione, destinati alle sale operatorie, le cui caratteristiche tecniche, oltre a ridurre l’esposizione di pazienti e
operatori, produrranno un significativo miglioramento della qualità delle immagini intra-operatorie.