lunedì, 26 Febbraio 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAttualita'A Sassuolo possibile affidare proprie ceneri a congiunto




A Sassuolo possibile affidare proprie ceneri a congiunto

“Un grande atto di civiltà e di rispetto nei confronti delle ultime volontà di un defunto”. In questo modo il Presidente del Consiglio Comunale di Sassuolo Patrizia Barbolini commenta la Determinazione del Comune di Sassuolo che, recependo la legge regionale n° 19/04, autorizza e stabilisce le modalità procedurali per l’affidamento e la conservazione delle ceneri del defunto.


“Si tratta di un lungo percorso – commenta Patrizia Barbolini – che abbiamo fatto assieme ai capigruppo consiliari che ringrazio, assieme ai dirigenti del comune, per la collaborazione e l’impegno profuso in un atto che va incontro alle volontà del defunto contribuendo a dare la massima dignità al suo ultimo viaggio.
Numerosi sassolesi hanno già fatto richiesta a riguardo e l’amministrazione comunale sta approntando un’area all’interno del cimitero nuovo di Sassuolo, denominata “Campo dei Ricordi”, che sarà pronta entro pochi mesi; informazioni più dettagliate in merito al regolamento è possibile riceverle presso la Polizia Mortuaria e i Servizi Demografici.


E’ possibile procedere alla cremazione e al conseguente affidamento delle ceneri solamente nel caso il defunto, in vita, avesse manifestato questa volontà al coniuge o a un parente di primo grado; oppure qualora la volontà sia esplicitamente espressa nel testamento.
Grazie alla nuova determinazione, le possibilità sono tre: tumulazione delle ceneri al cimitero, affidamento delle ceneri ad un parente, dispersione delle ceneri.


L’urna cineraria destinata alla conservazione presso l’affidatario dovrà essere esclusivamente in metallo, di dimensioni massime 25×24, 5×50, debitamente sigillata con apposizione su di essa dei dati anagrafici del defunto. L’urna dovrà poi essere custodita in un manufatto chiudibile e resistente alla profanazione, da collocarsi in ambiente asciutto atto a mantenere nel tempo l’assenza di contatto con liquidi e fonti di calore.


La dispersione delle ceneri, invece, può avvenire solamente qualora il decesso sia avvenuto a Sassuolo o il deceduto avesse residenza nel Comune. Anche la volontà di dispersione dovrà essere espressa in vita ad un parente di primo grado di fronte a pubblici ufficiali oppure esplicitamente dichiarata nel testamento. La dispersione può avvenire solamente: in aree destinate appositamente nei cimiteri, in natura, in mare, laghi e fiumi in tratti liberi da manufatti, in aree private, all’aperto, con il consenso del proprietario dell’area senza dare luogo ad attività aventi fini di lucro.


Nell’autorizzazione alla dispersione, che verrà rilasciata dall’Ufficiale dello Stato Civile, dovranno essere indicate: l generalità della persona legittimata ad eseguire la dispersione; il luogo(anche indicato sommariamente in caso di dispersione in natura) dove avverrà la dispersione, con la precisazione che si tratti di un luogo del territorio regionale.
















Ultime notizie