lunedì, 26 Febbraio 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomePoliticaSassuolo: i punti trattati nel Consiglio Comunale di ieri




Sassuolo: i punti trattati nel Consiglio Comunale di ieri

Il consiglio comunale di ieri sera ha trattato numerose interrogazioni rivolte al sindaco e alla giunta da parte di consiglieri di opposizione e maggioranza.

Il consigliere Luca Caselli ha chiesto chiarimenti sulle iniziative messe in atto dall’amministrazione per celebrare la festa delle forze armate del 4 Novembre, richiedendo più sensibilizzazione e educazione anche all’interno delle scuole, riguardo a un importante periodo storico italiano (quello della Grande guerra) che spesso finisce per non essere affrontato nei programmi.
Il sindaco Pattuzzi ha illustrato le iniziative che vengono prese, tra cui la diffusione di manifesti e volantini connotati dal tricolore italiano e le celebrazioni che vengono programmate nella domenica successiva alla data.

Al punto successivo il consigliere Vincenzi di Forza Italia ha chiesto un resoconto dei contenziosi affrontati o in atto, in cui è impegnata l’amministrazione comunale, con le previsioni su possibili risarcimenti a carico delle casse comunali.
Il sindaco Pattuzzi ha replicato in modo esteso ed esauriente, lo stesso Vincenzi si è dichiarato soddisfatto al termine dell’esposizione.
In sintesi dal 1987 ad oggi il Comune di Sassuolo ha visto l’apertura di 408 fascicoli, per cause intentate contro l’amministrazione o aperte dall’amministrazione stessa. Di queste 196 sono ancora in corso, 127 seguite direttamente dall’avvocatura del Comune.
Dal 2000 a oggi sono state emesse 31 sentenze a favore del Comune di Sassuolo e 20 contro.
La maggior parte dei procedimenti riguarda aspetti di carattere urbanistico, in particolare espropri effettuati in tempi e con motivazioni diverse “anche in epoche – ha sottolineato il sindaco – in cui la legge non era di facile interpretazione”. Espropri che sono serviti in particolare a realizzare aree di edilizia popolare o insediamenti produttivi.
I rimborsi che il Comune ha dovuto pagare nelle cause perse negli ultimi cinque anni sono:
anno 2000: 3.448,08 euro
anno 2001: 1.560,21 euro
anno 2002: 59.694,29 euro
anno 2003: 18.064,31 euro
anno 2004: 2.357.369,00 euro
anno 2005: 430.941,93 euro
La cifra molto alta del 2004 è riferita all’esproprio di Villa Vistarino, quella del 2005 all’esproprio riguardante la realizzazione di via Regina Pacis in zona Autoporto.

Fra le cause ancora pendenti nel 2005 c’è quella riguardante l’area Peep Baschieri-Roteglia, nella quale in primo grado il tribunale ha riconosciuto agli eredi rimborsi rispettivamente per Euro 2.871.425,25 e Euro 1.916.673,58. Le cause sono pendenti con ricorso in appello.
I costi legali per le cause affidate a professionisti esterni al Comune, come avviene per gradi di giudizio che non possono essere affrontati dall’avvocatura interna, ammontano a 89mila euro per il 2004 e 97mila per il 2005.
Da sottolineare che fra le sentenze che hanno dato finora ragione al Comune di Sassuolo c’è quella per l’esproprio di un’area di 156mila mq. per la realizzazione del nuovo ospedale, per cui la proprietà chiedeva oltre 13 milioni di euro.

La successiva interrogazione, del consigliere Nicola Caserta di Rifondazione Comunista, chiedeva la realizzazione di un trasporto pubblico dedicato agli anziani del quartiere di via Respighi, in difficoltà a raggiungere punti vendita dopo la chiusura del supermercato Conad di via Frescobaldi.
L’assessore ai servizi sociali Susanna Bonettini ha ricordato l’esistenza di fermate della linea minibus esistente vicine alla zona e già in collegamento sia con la Coop che con il centro commerciale Panorama e ha anche sottolineato l’esistenza di formule di agevolazione e sconti consistenti per le persone oltre i 65 anni di età.
Caserta ha chiesto invece l’esenzione dal pagamento del biglietto per questa categoria.

Il consigliere di Forza Italia Ugo Liberi ha invece interrogato l’assessore Morini sugli effetti della nuova rotatoria realizzata in via Montanara, giudicandola insufficiente alla gestione del traffico dell’area e chiedendo di lavorare per la realizzazione di una viabilità alternativa di collegamento a San Michele.
Morini ha replicato giudicando positivi e comunque ancora da analizzare i risultati della nuova rotatoria e sottolineando anche come l’area interessata sia sotto vincolo della Sovrintendenza per la presenza del parco Ducale e dell’antico filare di pioppi, e come sia quindi difficile pensare alla realizzazione di una nuova strada.

Infine, in seguito ala presentazione di un ordine del giorno di Nicola Caserta dedicato alle “Banche armate”, in cui si sollecitava l’amministrazione a non intrattenere rapporti con istituti di credito impegnati nel finanziamento di fabbriche di armi (Caserta ha illustrato le spese militari e le corrispondenti possibilità di sostentamento alle popolazioni affamate, se le spese per armamenti venissero eliminate), hanno abbandonato l’aula i consiglieri di opposizione e i consiglieri Scalabrini, Righi e Tincani della Margherita. Venuto meno il numero legale, la seduta consiliare è stata sospesa.
















Ultime notizie