Esce oggi ‘…A Pierangelo Bertoli’


A tre anni dalla sua morte, Caterina Caselli ha convinto 14 artisti, alcuni dei quali lanciati proprio da lui, a partecipare ad un progetto per ricordarlo. Un tributo in forma di album che esce oggi. La data non è casuale: il 7 ottobre del 2002 moriva Pierangelo Bertoli.

Aveva 60 anni, una lunga carriera discografica alle spalle, una intensa battaglia personale per superare il suo handicap.



L’album che esce oggi si intitola ‘…A Pierangelo Bertoli’ ed e’ stato presentato ieri a Milano da Caterina Caselli, che nel 1976 pubblico’ il suo disco di esordio ‘Eppure soffia’. La Sugar non ha faticato a trovare i 14 artisti che rivisitano alcune delle canzoni piu’ celebri del repertorio del cantautore sassolese.


L’album si apre con ‘Pescatore’ del 1981, che Bertoli cantava in duetto con Fiorella Mannoia. Lo ripropongono i Nomadi e Giulia. Seguono ‘Chiama piano’ (Nek), ‘Spunta la luna dal monte’ (Andrea Parodi e Les Balentes con Mauro Pagani) (Bertoli presento’ il brano al festival di Sanremo del 1991); ‘Per te’ (Avion Travel); ‘Eppure soffia’ (Stadio e Angelo Branduardi); ‘I miei pensieri sono tutti li’ (Gerardina Trovato); ‘Il centro del fiume’ (Enrico Ruggeri e Andrea Miro’); ‘Le cose cambiano’ (scritta da Ligabue per il cantautore e interpretata dal figlio Alberto Bertoli); ‘Voglia di liberta’ (Marco Masini); ‘Per dirti t’amo’ (Aleandro Baldi), ‘Sera di Gallipoli’ (Bruno Lauzi); ‘Rosso Calore’ (Elio e Istantales’), ‘A muso duro’ nella versione di Fiorello; ‘Ricordo in la maggiore’ (Marco Dieci). C’e’ anche un’esibizione inedita di Bertoli con Caterina Caelli ‘L’erminia teimp andree’ in dialetto sassolese.