I laboratori di ‘Vie’, Scena Contemporanea Festival


Vie‘, il festival dedicato alla scena contemporanea che si svolgerà a Modena a fine ottobre, non sarà solo una kermesse di spettacoli. Uno spazio importante viene dato anche alla formazione, con alcuni dei docenti più titolati nell’ambito della danza e del teatro: da Pippo Delbono a Michele Abbondanza, Raffaella Giordana, Giorgio Rossi, e il francese Eric Lacascade.


I quattro laboratori, che si svolgeranno nei giorni del Festival, andranno intesi come un’occasione per incontrarsi e mescolare le varie esperienze, esporsi con personalità e generosità, gettare uno sguardo all’oggi, in compagnia di partecipanti in sosta tra gioie e dolori, amori e rabbie, coraggio e paura.

Da segnalare, anzitutto, i seminari condotti da due gruppi di tre diversi coreografi, i nomi più celebrati del teatro danza italiano: dal 23 al 28 ottobre sarà possibile lavorare con Raffaella Giordano, Francesca Bertolli e Roberto Cocconi, mentre dal 24 al 30 ottobre avrà luogo il laboratorio di Michele Abbondanza, Giorgio Rossi e Roberto Castello. Ciascun coreografo terrà un seminario di due giorni (4 o 5 ore al giorno).
L’iscrizione darà diritto all’ingresso gratuito per gli spettacoli della maratona di danza ‘La finestra sul cortile’, programmata per mercoledì 26 ottobre: Tu non mi perderai mai di Raffaella Giordano, Non ama il nero di Roberto Castello, Le mura di Roberto Cocconi, Alma di Giorgio Rossi, Polis della Compagnia Abbondanza-Bertoni.

Per informazioni circa il numero dei partecipanti, le modalità di selezione e i costi è possibile consultare il sito: Vie Festival Modena, alla voce laboratori, oppure telefonare allo 059/302858 nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì ore 11/13 e 15/19; sabato 10.30/13.30.