Ds Sassuolo: Giovanelli su manifestazione Braida


Ho appena letto il volantino del Comitato di Braida che convoca la manifestazione per sabato 17 settembre per “I diritti del cittadino”: sono convinto che l’intento sia positivo, ma ritengo che siano necessarie alcune precisazioni.


Io stesso ho richiesto loro di impegnarsi con le istituzioni per richiedere l’aumento delle forze dell’ordine a Sassuolo, così come è stato fatto dal Sindaco Tosi nella passata legislatura, dal Consiglio comunale e dal Sindaco Pattuzzi, dal Consiglio comunale ed anche da me in questi mesi; il sostegno dei cittadini è utile per smuovere un modello di distribuzione delle forze dell’ordine in Italia che non tiene conto delle nuove emergenze e Sassuolo in questo momento è un emergenza;



occorre dare atto alla Giunta ed alle Forze dell’ordine di aver affrontato in questi mesi il problema e di aver dato segnali importanti di maggiore attenzione e controllo della città:
credo però che far passare tutti gli immigrati per un problema sia sbagliato ed attribuire a tutti i clandestini la patente di terroristi ancor più sbagliato;



credo poi che ai cittadini ed anche agli immigrati si debba chiedere il rispetto delle leggi, delle regole di convivenza ed anche il rispetto dei nostri costumi, ma uno stato democratico deve garantire loro la libertà di culto e rispettare i loro costumi;



abbiamo poi chiesto alla Giunta di prevedere un intervento su altri palazzi dove ci sono problemi di sovraffollamento ed igienici, ma nessuno pensi che si debbano sgomberare altri palazzi, occorre prevenire il degrado anche perseguendo l’affitto in nero di piccoli appartamenti a molte persone che portano a problemi igienico-sanitari inevitabili.



I DS saranno sempre al fianco di quanti senza si battono per il rispetto delle leggi da parte di tutti, italiani ed immigrati, senza individuare scorciatoie in capri espiatori.