Istat: 7 italiani su 10 hanno casa




Traffico, parcheggio, inquinamento.
Sono i principali disagi lamentati dalle famiglie italiane che, elencando i problemi della zona in cui abitano, piazzano senza alcun dubbio al primo posto ingorghi e file, soprattutto nelle grandi citta’. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Istat su ‘Famiglie, Abitazione e Zona in cui si vive’ che traccia un quadro sulle abitudini e preferenze degli italiani in fatto di casa.

Secondo l’Istituto di statistica, sette italiani su dieci possiedono la casa in cui abitano, ma per oltre la meta’ delle famiglie l’abitazione rischia di essere una spesa eccessiva.
I problemi piu’ gravi delle zone abitative sono legati agli spostamenti (traffico, inquinamento, parcheggio, cattive condizioni stradali), mentre diminuisce la percentuale di chi avverte il rischio criminalita’. Infine, riguardo ai beni durevoli piu’ gettonati, immancabile nelle case italiane e’ la lavatrice, piu’ diffusa del televisore e dell’automobile.

Aumentano le famiglie in possesso di computer e connessione a Internet, ma anche di condizionatori e antenne paraboliche.
Questi in sintesi i risultati del rapporto dell’Istituto di statistica:

– SETTE SU DIECI ABITANO A CASA PROPRIA:
Il 71,1% delle famiglie, calcola l’Istat, e’ proprietario della casa in cui vive, ma il 55% (contro il 53,8% del 2001) dichiara allo stesso tempo di spendere troppo per la propria abitazione. A possedere una casa sono soprattutto gli italiani che abitano nei piccoli comuni (il 77,7% contro il 63% di quelli che vivono in citta’), nel Centro e nel Nord Ovest (73% contro il 67,4% dell’Italia meridionale). La percentuale scende in Campania, fanalino di coda tra le regioni, dove abita in casa propria il 56,9% delle famiglie. Il 12,8% degli italiani avverte un certo disagio per le dimensioni di case e appartamenti, con una percentuale piu’ alta in citta’ (16,7%) e minima (9,9%) per chi vive nei comuni molto piccoli. L’ inadeguatezza e’ percepita piu’ al Sud che al Nord, per la dimensione piu’ ampia delle famiglie.

– AUMENTANO TRASLOCHI:
Secondo l’Istat il 4% delle famiglie ha cambiato casa nel corso del 2002, contro il 3,7% del 2001. La percentuale e’ piu’ alta al Nord e soprattutto nel Nord est (5,1%), mentre scende al Sud (3%).

– TRAFFICO IL DISAGIO PIU’ GRAVE:
e’ ritenuto dal 48,3% delle famiglie il problema numero uno della zona in cui si vive. Fare i conti con gli ingorghi e’ piu’ grave delle cattive condizioni stradali (giudicate un problema dal 41%), della difficolta’ di parcheggio (40,8%) e dell’ inquinamento dell’aria (40%). Aspetto positivo rispetto al 2001 e’ invece la diminuzione della percezione del rischio criminalita’. A sentirsi in pericolo nel 2002 e’ infatti in 29,2% delle famiglie contro il 30,8% del 2001. La percentuale scende soprattutto nel Mezzogiorno (dal 33,4% al 29,5%).

– LAVATRICE IRRINUNCIABILE, CRESCE INTERNET:
Il 96,1% delle famiglie non puo’ fare a meno in casa propria della lavatrice, piu’ diffusa anche della tv (94,9%). Il 78,5% ha un’automobile, il 66,8% un videoregistratore e il 54,9% un impianto hi-fi. Il 38,9% (dal 34,9% nel 2001) degli italiani ha in casa un personal computer e il 30,4% in accesso a Internet (contro il 25,6% del 2001. Rispetto all’anno precedente aumentano anche le famiglie che possiedono condizionatori e climatizzatori (dal 10,7% al 13,5%) e l’antenna parabolica (dal 16,2% al 18,9%).



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013