Natale: Confturismo, 4,4 mld giro d’affari vacanze


Aumenta la voglia di andare in vacanza degli italiani, anche se il numero degli arrivi stranieri continua a calare. Giapponesi, nordamericani e
tedeschi continuano a mancare all’appello, soprattutto durante queste festività natalizie.

Ma il quadro è comunque positivo: rispetto allo scorso anno fra Natale e Capodanno il 25% in più
degli italiani andrà in vacanza, facendo così crescere il fatturato del settore del 20%. Complessivamente il giro d’affari per le prossime festività sarà di 4,4 miliardi di euro.

A
tracciare il quadro degli italiani in vacanza è il presidente di Confturismo, Bernabò Bocca. ”Attualmente il turismo italiano si muove a due velocità – ha spiegato – continua il calo degli arrivi degli stranieri, soprattutto da Giappone, Nordamerica e Germania. Questo trend è però bilanciato dalla voglia di viaggiare degli italiani:
quest’anno fra Natale e Capodanno il 25% in più dei nostri connazionali ha deciso di concedersi una vacanza per un giuro d’affari complessivo di 4,4 miliardi di euro”.

Ma il settore del turismo ha bisogno di alcuni interventi strutturali per poter competere con le altre realtà europee e non. ”Con la riforma dell’articolo V della Costituzione,
Regioni ed Enti locali si trovano a dover gestire il comparto. Manca però un coordinamento nazionale: proprio per questo – spiega Bocca – chiediamo di creare un’agenzia del turismo
nazionale. Servirebbero poi degli interventi di tipo fiscale quali l’armonizzazione dell’Iva con gli altri paesi europei”.

D’accordo con la fotografia scattata da Confturismo è il presidente della Confcommercio, Sergio Billè, secondo il quale
gli italiani hanno riscoperto la voglia di viaggiare, anche di effettuare viaggi lontani. ”E’ vero, però, che ci sono meno americani – ha aggiunto Billè – ma con un dollaro così…”.