Confcommercio: 2004 di svolta per consumi e prezzi




Più sviluppo e occupazione, un pò più di consumi, meno inflazione: il 2004 sarà l’anno della svolta economica in Italia e i primi ‘segnali concreti’
arriveranno nel secondo semestre. Le previsioni arrivano dal Centro Studi di Confcommercio nel terzo numero dell’Osservatorio Economico pubblicato oggi e dedicato alle stime congiunturali sull’anno che sta per aprirsi.


”L’Italia ripartirà dal 2004 – è la premessa – Crescerà l’economia (+1,3% il Pil), grazie soprattutto alla ripresa degli investimenti (+2,9%) e dell’export (+3,4%) che vedranno un’inversione di tendenza significativa rispetto al 2003
(rispettivamente þ1,4% e þ1,3%). Riprenderanno moderatamente i consumi delle famiglie (+1,3 contro il +1,1% del 2003), ma si spenderà ancora con cautela per i beni durevoli”.

L’organizzazione guidata da Sergio Billè si attende anche una crescita dell’occupazione pari a 243.000 nuovi occupati, mentre sul fronte inflazione, ”i prezzi continueranno a rallentare (+2,1% rispetto al 2,7% medio del 2003), anche se – la precisazione – resta l’incognita sugli aumenti per i servizi locali”.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013