Acqua contaminata: vertice tra le Procure


”Le indagini dovranno prendere una direzione diversa”. Lo afferma a ‘La Repubblica’ il procuratore di Verona, Guido Papalia, intervendo ancora una volta sul caso delle bottiglie di acqua minerale contaminate. ”Mai come in questo caso -spiega Papalia- bisogna dire che dobbiamo indagare in tutte le direzioni senza escludere nulla”. ”Non c’è un’unica strada nè un deposito centrale.

Ci sono iter diversi e manomissioni che possono essere avvenute sia nei supermercati che nei depositi” aggiunge il magistrato che, riguardo la possibile pista degli anarco-insurrezionalisti sottolinea che ”non si sono mai manifestati con azioni di questo tipo. E comunque non c’è alcun elemento che ci dica che questa pista sia praticabile”.