Trenta scrittori di varie
generazioni scrivono della loro regione con un taglio narrativo,
storico, autobiografico o saggistico ma comunicando un forte
senso di appartenenza: da Simona Vinci a Roberto Roversi, da
Carlo Lucarelli a Piero Meldini, da Gabriele Romagnoli a Tonino
Guerra, fino al Cardinale Ersilio Tonini.


E’ il libro ‘Dal grande fiume al mare (Trenta scrittori
raccontano l’ Emilia-Romagna)’, pubblicato dalla casa editrice
Pendragon (320 pagine) di Bologna, che sarà in vendita sia in
libreria che nella grande distribuzione a 16 euro. Si tratta di
un prodotto editoriale della Regione Emilia-Romagna nato da un’
idea di Pier Vittorio Marvasi, presidente del comitato regionale
per le Comunicazioni, realizzato dal servizio stampa e
informazioni della Regione, e presentato in una conferenza
stampa (presenti diverse classi di studenti delle scuole medie
superiori) dall’ assessore regionale alla scuola Mariangela
Bastico, dal giornalista Luca Bottura, dagli scrittori Adele
Grisendi e Ivano Marescotti e da Marvasi.

I trenta scrittori provengono dalle nove città della
regione, e l’obiettivo, secondo Marvasi, era di valorizzare il
giacimento culturale comune a questa terra: un’ idea accolta con
autisasmop dagli autori che hanno inviato testi inediti.

La scrittrice Adele Grisendi, di Montecchio (Reggio Emilia),
ha scritto un racconto autobiografico che parte dal lavoro in
fabbrica, dove ha imparato l’impegno per la promozione sociale
delle persone (ha lavorato a lungo nella Cgil, ndr) e che narra
in ‘Il ballo nelle vene‘, il suo racconto, del ballo come
espressione di libertà e occasione per percorrere l’Emilia-Romagna dagli Appenini al mare, con la prima auto regalata dal
babbo.
“Amo la libertà delle donne di questa terra – ha detto
Grisandi, che ha pubblicato di recente il romanzo ‘Bellezze in
bicicletta’ – la loro capacità di divertirsi e di fare cose
molto serie mentre non amo la rivalità tra le città, anche se
oramai è più scherzosa che reale”.

Marescotti, romagnolo noto come attore di cinema e teatro, ha
parlato del proprio esordio come scrittore. “Non è mai troppo
tardi per fare lo scrittore”, ha detto ricordando che anche la
sua carriera di attore è nata dopo i 35 anni di età nonostante
la frase di Totò “Nessun attore può venire da Bagnacavallo”.
Nel suo racconto (autobiografico) Marescotti ripercorre la
decisione di abbandonare un lavoro sicuro nell’ amministrazione
pubblica, il Comune di Bagnacavallo, per diventare appunto
attore, fra lo sconcerto dei genitori.


Figurano tra gli autori presenti nel volume anche Angela
Donati, Eraldo Baldini, Giuseppe Pederiali, Roberto Pazzi,
Valerio Massimo Manfredi, Massimo Felisatti, Valerio Riva,
Raffaello Baldini, Alberto Bevilacqua, Brunella Dalla Casa,
Chiara Valentini, Edmondo Berselli, Pier Giorgio Bellocchio,
Loriano Macchiavelli, Sandra Petrignani, Raffaele Crovi, Claudio
Marabini, Roberto Balzani, Nicola Matteucci e Giorgio Celli.



Dal grande fiume al mare‘ sarà presentato al pubblico il 27
novembre a Bologna, alle 18, alla libreria Feltrinelli di piazza
Ravegnana.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013