Modena: via all’acquisizione del complesso S. Paolo




Comune, Provincia e Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, hanno raggiunto nei giorni scorsi con la Fondazione San Geminiano e San Paolo un’intesa preliminare che consentirà di dare l’avvio all’acquisizione del complesso San Paolo di via Selmi, prestigioso immobile che verrà presto recuperato come l’adiacente San Geminiano.

Il tutto nell’ambito del più generale programma di riqualificazione dell’area di via Saragozza.

Il complesso, attualmente, è di proprietà della Fondazione San Geminiano e San Paolo: l’accordo, dal valore di 5 milioni e 681 mila euro, prevede che Comune, Provincia e Ateneo versino al locatore un canone annuo per ottenere da essa un diritto di superficie valido sessant’anni, impegnandosi altresì a trovare una idonea sistemazione agli uffici della Fondazione stessa durante il periodo di lavori necessari al recupero del complesso.

La loro esecuzione verrà finanziata dall’ente locale e dall’Università, che potranno anche avvalersi di un fondamentale contributo economico elargito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

Il progetto di recupero, approvato dal consiglio comunale cittadino nel 2001, interessa un’area complessiva di oltre 13.400 metri quadrati, solo parte dei quali, 6.085 mq, risulta occupata dalle costruzioni esistenti.

Con la firma di quest’importante intesa, si può concretamente completare il disegno di riqualificazione dell’intera area, dove sono stati già avviati i cantieri nel complesso San Geminiano e procedere nel piano di recupero funzionale di importanti contenitori situati nel centro storico.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013