“Un tram che si chiama desiderio”… ferma al teatro Carani


“Un tram che si chiama desiderio”, capolavoro di Tennessee Williams (1947), è lo spettacolo che il teatro Carani propone questa sera alle ore 21. Il dramma, tradotto da Masolino D’Amico, è diretto da Lorenzo Salveti. Protagonisti sono Paola Quattrini, nel ruolo di Blanche Du Bois ed Enrico Lo Verso, in quello di Stanley Kowalsky.

Blanche, nevrotica alcolizzata, incapace di vivere serenamente la realtà che la circonda decide di partire per l’ultima meta, i Campi Elisi. Per giungervi prenderà due tram: uno che si chiama Desiderio e un altro che si chiama Cimitero. Le cose andranno diversamente: un’attrazione irresistibile la porterà tra le braccia del giovane cognato Stanley, nel quale paradossalmente, si incarna tutto ciò che ella più detesta. Il morboso rapporto che li unisce porterà Blanche a sfidare l’uomo fino a provocarne la violenza, fino allo stupro.
Il famoso dramma di Williams, noto al grande pubblico per la versione cinematografica che Elia Kazan ne fece nel 1951 (con Marlon Brando), trova a teatro la sua collocazione ideale.