Medicina: studio svedese, lo stress fa ingrassare


Periodi prolungati di
stress potrebbero far ingrassare. E’ quanto sostiene un studio
svedese condotto su 50 uomini obesi di mezz’età.


Secondo la ricerca condotta nell’ospedale universitario di
Gotheborg, lo stress può provocare una concentrazione di grasso
intorno all’addome, facendo crescere il rischio di diabete e di
problemi cardiaci.
”L’uomo e’ preparato per gestire periodi di stress brevi,
come quelli in cui l’uomo dell’età della pietra si preparava a
combattere o a fuggire. Ma nel mondo civilizzato lo stress è
diverso. Non si tratta di picchiare il capo sul lavoro o di
fuggire da un istituto di credito”, afferma il dottor Thomas
Ljung, che ha guidato la ricerca.
Un uomo sotto stress crea un surplus di un ormone che stimola
un enzima che ‘catalizza’ il grasso. Dopo un periodo di stress
prolungato il surplus di ormone diminuisce, ma il grasso resta,
in particolare intorno alla pancia degli uomini moderni, che
fanno molta meno attività fisica dei loro antenati.
”Lo stress positivo, un rapida scarica di adrenalina, è
solo positiva per il corpo. E’ lo stress negativo prolungato che
può creare gravi problemi di salute”, ha aggiunto il medico.
Anche se un accumulo di grasso sull’addome è tipico degli
uomini di mezza età, la ricerca ha rilevato che anche un numero
sorprendente di donne mostra lo stesso problema.