Bologna Estate 2019, conclusa la fase istruttoria per l’individuazione della proposta per le attività culturali in zona universitaria



Si è conclusa il 18 aprile con l’individuazione di “Piazza Verdi racconta” proposto da Le Macchine Celibi società cooperativa, come miglior progetto di attività nell’area universitaria, l’istruttoria tecnica a seguito dell’avviso pubblico emesso dall’Amministrazione per selezionare le migliori proposte per le attività culturali in Piazza Verdi e nella zona universitaria, nell’ambito di Bologna Estate 2019.

“Quello selezionato è un buon progetto che ci permetterà di animare culturalmente la zona universitaria e proseguire nel percorso avviato in questi ultimi due anni – afferma l’assessore alla cultura e promozione della città Matteo Lepore -. Piazza Verdi avrà di nuovo un palco per 4 mesi e sarà uno dei luoghi più importanti dell’estate”.

Tutti i progetti presentati al vaglio dell’Amministrazione si sono dimostrati di grande spessore sia sotto il profilo culturale che della proposta gestionale, in particolare il progetto di Macchine Celibi, che si avvale della direzione artistica di Marcello Corvino Promo Music, si è distinto per il notevole investimento dedicato alla programmazione culturale, così come per il coinvolgimento attivo degli esercenti della zona nella parte dedicata alla socialità.

Tra le realtà culturali che hanno aderito al progetto di Macchine Celibi e che contribuiranno alla sua realizzazione figurano anche Bernstein School of Musical Theater, il collettivo Cantieri Meticci, l’associazione Il Giardino del Guasto, il Comitato Piazza Verdi Zona Universitaria e la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone; inoltre il Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna ha manifestato il proprio interesse a collaborare come partner.