Forum d’avvio per la CETS nelle aree protette di Modena e Reggio Emilia


Martedì 16 aprile, alle ore 15, nella sala Bachi della Corte Ospitale di Rubiera (RE), si terrà il “forum di avvio” del percorso che porterà le aree protette (parchi, riserve e paesaggi protetti) dell’Emilia Centrale (territori modenesi e reggiani) nel novero di quelle insignite con la Carta Europea per il Turismo Sostenibile (CETS).

Obiettivo strategico dell’Ente Parchi Emilia Centrale che organizza il forum, la CETS è una certificazione riconosciuta a livello continentale e una prestigiosa rete sostenuta da Europarc e Federparchi di cui fanno parte oltre 120 aree protette europee, di cui 33 italiane. L’Emilia Centrale è la prima “macroarea” della regione Emilia-Romagna ad avviare il percorso di certificazione per tutte le sue 8 aree protette.

La CETS rappresenta anche un luogo di confronto tra la società civile, il mondo imprenditoriale, le istituzioni locali e le aree protette del territorio. Per questo si struttura come un percorso aperto a tutte le realtà pubbliche e private interessate allo sviluppo del turismo sostenibile, alla conservazione della natura e alla valorizzazione del patrimonio culturale. Tutti soggetti che sono stati invitati al forum di Rubiera, che spiegherà cos’è la Carta Europea per il Turismo Sostenibile, con il contributo di altre esperienze italiane e la partecipazione dei soggetti interessati a livello regionale (programma dettagliato su www.parchiemiliacentrale.it).

La CETS dell’Emilia Centrale coinvolgerà diversi ambiti territoriali comunali interessati dalle aree protette, dalle colline reggiane alla riserve di pianura, dai crinali dell’alto Appennino fino ai rilievi del medio Appennino modenese. Perciò, a questo primo appuntamento ne seguiranno altri più operativi nei prossimi mesi, organizzati per aree territoriali geografiche, con l’obiettivo di raccogliere progetti e iniziative concrete per costruire collegialmente il turismo sostenibile nei territori delle province di Modena e Reggio Emilia.

Per saperne di più sulla CETS: http://www.europarc.it/cets.php