Sabato inaugura a Fiorano la Nuvola: 30 appuntamenti su legalità e contrasto al gioco patologico


Da sabato 13 aprile fino al 6 maggio, si poserà in Piazza Ciro Menotti a Fiorano la Nuvola, l’ultimo progetto di TILT Associazione Giovanile e Associazione Balena Ludens, promosso dal Comune di Fiorano Modenese e sostenuto dall’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico all’interno del GAL e del Piano locale per la prevenzione e il contrasto al gioco d’azzardo patologico.

La Nuvola, un container trasparente della dimensione di 30mq, sarà inaugurato sabato 13 aprile alle 20:30 e a seguire al Teatro Astoria alle ore 21 si terrà Ennesima Risata, l’anteprima dell’Ennesimo Film Festival dedicata ai cortometraggi comici. Il pubblico presente in sala anche in questa occasione potrà con il proprio voto, tramite apposita scheda, assegnare il premio al miglior film proiettato.

«Per quasi un mese si terranno quasi 30 eventi grazie ad un gruppo di associazioni che ha creduto fin da subito in questo progetto ambizioso che sarà letteralmente sotto gli occhi di tutta la comunità del Distretto Ceramico – spiegano Federico Ferrari e Mirco Marmiroli ideatori del progetto – Obiettivo della Nuvola è infatti quello di stimolare la conoscenza, l’apprendimento, la condivisione e il senso di comunità promuovendo uno stile di vita sano e corretto attraverso forme d’intrattenimento sociale, ludico, culturale e cinematografico. Sempre più spesso le nuove forme di gioco e di consumo culturale tendono all’isolamento, aprendo così il fronte a forme di dipendenza sia comportamentali che cognitive. E il modo migliore per combatterle, crediamo sia incontrarsi per guardare il mondo da un’altra prospettiva. Quella di una Nuvola trasparente al centro della città».

«Esprimo soddisfazione per questa iniziativa – commenta Francesco Tosi, Sindaco di Fiorano Modenese – nata da un gran senso di responsabilità di alcuni giovani, particolarmente impegnati per migliorare la propria città ed esprimere creatività e senso civico. La cosa assume particolare valore proprio perché si tratta di giovani, i quali dimostrano le grandi potenzialità positive che possono esserci in quell’età. Noi consideriamo una ricchezza per il Paese la loro collaborazione e noi non faremo mai venir meno la nostra. Il disturbo da gioco d’azzardo è una piaga terribile anche del nostro territorio ed è assolutamente necessario affiancare ad operazioni repressive iniziative positive come questa».

«L’associazione Balena Ludens – spiega il coordinatore Luca Busani – insieme a tante altre realtà ludiche del territorio, proporrà momenti di gioco libero in cui verrà proposta una selezione di giochi da tavolo, di ruolo e di miniature per grandi e piccini: attività di puro intrattenimento che però favoriscono momenti di riflessione sull’utilizzo del gioco come volano di aggregazione e strumento di sviluppo di capacità cognitive e intellettive. Verranno ospitati anche game designer di fama internazionale con cui sarà possibile giocare i titoli da loro prodotti e apprendere alcuni rudimenti di game design. Sarà proposto inoltre un laboratorio “Gioco: Fronti e Frontiere” dove una platea di teenager (e non solo) utilizzerà il gioco per imparare i segreti del gioco stesso, prendendo consapevolezza della sottile linea che divide una fruizione sana e corretta dalle deviazioni tipiche della ludopatia (“game disorder”) e dell’azzardopatia (“gambling disorder”)».

Tante dunque le associazioni del territorio coinvolte nel progetto, che daranno il proprio contributo organizzando uno o più appuntamenti, fra cui Associazione il Melograno, ALCO, Gruppo Babele, Associazione Sostegno Demenze, FabLab Junior, Ludoteca di Fiorano Modenese, APS Legalità Bene Comune, Progetto Nuovamente Secchia. Tra le tante attività, domenica 28 aprile alle ore 21 si terrà anche I Buonisti, il primo spettacolo sotto vetro sul tema dei preguidizi e dei luoghi comuni con il Centro Teatrale MaMiMò. Il primo weekend di maggio infine, la Nuvola diventerà la casa della quarta edizione dell’Ennesimo Film Festival. Il Festival porterà infatti per la prima volta a Fiorano Modenese una sezione di film a 360° visibili solamente attraverso i visori VR per la Realtà Virtuale.