Rischio incendi boschivi, continua fino a martedì 2 aprile lo “stato di attenzione”


Dal tavolo tecnico che è tenuto oggi in Regione tra rappresentanti dell’agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile, della direzione regionale dei Vigili del Fuoco, del Comando Regione Carabinieri Forestale e di Arpae ER, esce una conferma dello “stato di attenzione” per gli incendi di bosco su tutto il territorio emiliano-romagnolo, fino a martedì 2 aprile. I dati previsionali di Arpae non indicano per i prossimi giorni precipitazioni significative tali da ridurre il rischio incendi.

Resta invariata la raccomandazione di usare massima cautela nel bruciare stoppie, legname e altri residui vegetali durante i lavori agricoli e forestali. Vanno considerati, inoltre, gli eventuali, locali divieti emanati dai singoli Comuni, con l’invito ai sindaci di valutare specifiche iniziative più restrittive riferite al proprio territorio. Gli abbruciamenti non sono, dunque, generalmente vietati, ma severamente disciplinati.

La situazione sarà nuovamente valutata lunedì 1 aprile. L’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile ricorda che, in ogni caso, prima di procedere agli abbruciamenti, è obbligatorio darne comunicazione ai Vigili del Fuoco. Ecco il Numero Verde: 800841051