Contributi ai privati mirandolesi che investono sulla sicurezza


L’Amministrazione comunale di Mirandola prosegue il suo impegno per garantire condizioni di maggiore sicurezza ai privati cittadini, con un fondo di 40 mila euro per il sostegno agli investimenti in sistemi antifurto o impianti di allarme di abitazioni e condomini. Per la concessione dei contributi è stato pubblicato un bando al quale possono accedere i privati residenti e proprietari di abitazione nel Comune di Mirandola (o affittuari con autorizzazione scritta del proprietario) nonché i condomini che intendono realizzare investimenti rivolti all’installazione di impianti d’allarme, inferriate, porte blindate o altri sistemi antintrusione. Il contributo del Comune viene calcolato nella misura massima del 50% del valore delle spese ammissibili, al netto dell’Iva, sino ad un massimo mille euro.

«Si tratta – commenta il sindaco Maino Benatti – di un ulteriore passo avanti per innalzare i livelli di sicurezza sul territorio. I primi due bandi sono stati un successo: per questo abbiamo deciso di riproporre l’iniziativa».

I fondi messi a disposizione verranno assegnati fino ad esaurimento, in ordine cronologico di presentazione della richiesta. La concessione del contributo alle imprese aventi diritto e la sua entità verranno disposte a seguito di un sopralluogo della Polizia municipale. La domanda, su un modulo scaricabile dal sito del Comune (www.comune.mirandola.mo.it), dovrà essere spedita a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno o consegnata a mano all’ufficio protocollo del Comune di Mirandola. Per info: 0535/29703-29704-29577.