Deve firmare dai carabinieri ma non si presenta: 19enne arrestato a Reggio Emilia

“A voi non devo alcuna giustificazione.” Questo l’atteggiamento spavaldo di un 19enne che, nonostante fosse stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione due volte al giorno ai carabinieri di via Adua (perchè imputato per i delitti di rapina impropria, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate commessi il 4 marzo scorso a Reggio Emilia), violava in maniera reiterata tali obblighi non presentandosi alla stazione Carabinieri per l’apposizione della firma.

Non solo. Nelle giornate in cui si presentava alla stazione manteneva un comportamento irrispettoso e di spavalderia, tanto che alla richiesta di motivazione per le quali non si fosse presentato rispondeva in maniera arrogante “che non era tenuto a dare spiegazioni”. Apparsa evidente l’inadeguatezza della misura a salvaguardare le esigenze cautelari di reiterazione di reato, avendo il giovane dimostrato la propria incapacità di autocontrollo e di conformarsi ai precetti, i carabinieri segnalavano il tutto alla Procura reggiana. La stessa, condividendo con quanto segnalato dai carabinieri richiedeva ed otteneva del Tribunale di Reggio Emilia un aggravamento dalla misura cautelare della custodia in carcere in sostituzione a quello dell’obbligo di presentazione. Ricevuto il provvedimento i carabinieri vi davano esecuzione arrestando il 19enne.