Canovi Coperture supera in rimonta la Volley Hermaea

Grande prova di carattere per la Canovi Coperture Sassuolo che, dopo essere andata sotto 2-0, supera 2-3 la Volley Hermaea Olbia.

 

Volley Hermaea Olbia 2 Canovi Coperture Sassuolo 3 (21-25 21-25 13-25 14-25 12-15)

Coach Barbolini scende in campo con Lancellotti in palleggio in diagonale con Obossa, al centro Crisanti e Martinelli, in posto quattro Bordignon e Joly, il libero e Amelia Bici.

Coach Anile risponde con Baciottini in palleggio, Fiore opposto, al centro Tajè e Barazza, in posto quattro Maruotti e Giometti. Il libero è Modena.

 

Primo set

Parte bene Sassuolo che allunga 1-3 ma Olbia non ci sta e trova il pareggio sul 6-6 con Barazza che mura il tentativo di pipe di Obossa. Sassuolo allunga di nuovo, approfittando degli errori delle padrone di casa e si porta sul 9-12. Il tocco di Bordignon al termine di uno scambio lungo vale l’11-14. La reazione delle padrone di casa però non si fa attendere e l’Hermaea pareggia 15-15 con il punto dai nove metri di Tajè. Sassuolo allunga ancora con il muro di Martinelli su Barazza (17-20) ma Olbia prima pareggia (20-20) e piazza il break (23-20). Il punto di Giometti vale il setball (24-21) e Fiore chiude subito.

 

Secondo set

Il secondo set è la fotocopia del primo: Sassuolo allunga subito 1-4 ma Olbia, trascinata da Fiore, pareggia 5-5 e poi mette la testa avanti (8-5). La Canovi accorcia le distanze con il doppio mani out di Bordignon e pareggia 10-10. Si gioca ora punto a punto (17-17), con Sassuolo che continua a trovare il ritmo in ricezione. Arriva ora il break sardo, con la Volley Hermaea che si porta avanti 21-18 e poi ancora 24-20 con Fiore. Le neroverdi annullano il primo setball, ma l’errore al servizio di Martinelli regala il set Alle padrone di casa.

 

Terzo set

Il terzo parziale è tutto a firma Canovi Coperture, con Sassuolo che allunga subito 0-3 e poi ancora 5-10. È il turno al servizio di Crisanti che spezza il set e Sassuolo si porta sul 6-15 con Kosareva. Le padrone di casa provano ad accorciare le distanze (11-16) ma la Canovi continua a macinare punti e si porta sul 12-21 con l’ace di Martinelli. Il fallo di formazione delle padrone di casa manda Sassuolo al setball (13-24) con Bordignon che chiude alla prima occasione.

 

Quarto set

Come nei parziali precedenti, Sassuolo parte meglio e allunga subito 0-3 e poi ancora 2-5 con Tajè che attacca out. Le padrone di casa ci provano con Maruotti (5-7) ma le neroverdi allungano ancora con Kosareva (7-11). Con le neoentrata Hurst, Olbia recupera due lunghezze (9-11), costringendo coach Barbolini al time out. Sassuolo però non ci sta e piazza il contro break: 9-16 con il mani out di Obossa. L’errore al servizio in casa Hermaea regala a Sassuolo il punto dell’11-20. La Canovi naviga ormai verso la vittoria del set: il muro di Crisanti su Baciottini vale il 12-23 e l’errore al servizio di Olbia regala a Sassuolo il set (14-25).

 

Quinto set

Partono meglio le padrone di casa, che con il muro di Tajè si portano sul 3-1. Sassuolo si affida a Bordignon e accorcia le distanze (4-3): il pareggio arriva sul 5-5 messo a terra da Obossa. Al cambio campo, Sassuolo è davanti 6-8: la palla di seconda di Galletti vale poi il +4 neroverde (6-10). Le padrone di casa ci provano con la neoentrata Hurst e si rifanno sotto 10-12, costringendo coach Barbolini al time out. Con Tajè, Olbia si porta sul 12-13 e coach Barbolini si gioca il secondo time out discrezionale. Il bel diagonale di Obossa manda Sassuolo al matchball (12-14), subito finalizzato dal muro di Crisanti.