Reggio Emilia, piazza Roversi: cantiere ormai completato sul lato sud


Sono ormai conclusi i lavori di riqualificazione sul lato sud di piazza Roversi, corrispondenti alla prima fase del cantiere di riqualificazione dello spazio inserito nella Passeggiata Settecentesca dal centro storico alla Reggia di Rivalta, nell’ambito del Progetto Ducato Estense.

Sul lato a mezzogiorno, è infatti già percorribile a piedi una porzione longitudinale, caratterizzata dal nuovo selciato in pietra di Luserna, ed è in fase di conclusione la risistemazione del verde.

Come previsto dal programma dei lavori, il cantiere si sposta ora sul lato nord della piazza, sul quale si affaccia il cinquecentesco palazzo Rangone, mentre l’area a sud sarà aperta al transito pedonale e ciclabile.

Il cantiere di riqualificazione costituisce un’opportunità – come avviene abitualmente nei luoghi oggetto di riqualificazione urbana – per manutenere, revisionare e aggiornare la rete dei sottoservizi, da parte delle aziende deputate alla loro gestione.

Dopo gli interventi che hanno interessato la rete del teleriscaldamento, ora si pone mano alla rete di distribuzione del gas metano, che necessita di alcuni interventi di miglioramento al fine di accrescerne la funzionalità. Verranno inoltre realizzati nuovi allacci pubblici per acqua ed energia elettrica.

Si tratta della seconda fase delle lavorazioni, che porta alla conclusione delle opere di riqualificazione nel loro complesso.

Tali interventi necessitano di condizioni di sicurezza standard oltre che di spazi operativi e di manovra adeguati, sia per gli interventi sulle reti di sottoservizi, sia per il completamento della posa del nuovo selciato e delle nuove dotazioni di verde.

Per garantire sicurezza, si rendono necessari provvedimenti utili a disciplinare la circolazione stradale: l’esecuzione dei lavori non consente i normali transiti lungo la piazza.

Il transito veicolare su piazza Roversi perciò sarà interdetto dal 25 febbraio al 15 marzo prossimi.

Si adottano contestualmente alcune modifiche alla viabilità, che sono state delineate, con l’obiettivo di creare il minor disagio possibile, per mantenere la circolazione su percorsi alternativi, lungo le strade attigue a piazza Roversi, tenendo conto delle necessità di residenti ed esercenti, che vengono preventivamente informati con volantinaggio a domicilio o nella sede di lavoro, oltre che con la segnaletica stradale in loco.

Le modifiche alla viabilità riguardano:

– dal 25 febbraio al 15 marzo:

  • l’interruzione al transito veicolare di piazzale Roversi con il mantenimento di una corsia per il transito degli autorizzati Ztl tra via Ariosto e via del Cristo;

  • l’interruzione al transito di via Farini all’intersezione con piazza Roversi, con eccezione del transito ciclo-pedonale, che potrà proseguire su uno spazio protetto e riservato all’intersezione del marciapiede di corso Garibaldi con quello della stessa via Farini;

  • l’istituzione del doppio senso di circolazione in via Farini nel tratto compreso tra via Malta e la chiusura della strada su piazza Roversi;

  • l’inversione del senso unico di circolazione in via Malta con direzione da via Guido da Castello a via Farini;

  • l’accesso a via Guido da Castello sarà possibile soltanto da corso Garibaldi;

  • l’accesso a via Malta e a via Farini sarà possibile da corso Garibaldi, via Guido da Castello e via Malta (con inversione del senso di marcia di quest’ultima);

  • la sospensione della Ztl in via Porta Brennone;

  • l’istituzione del “Fermarsi e dare la precedenza-stop” in piazzale Fiume, in prossimità dell’intersezione con via Porta Brennone;

  • la soppressione del “Fermarsi e dare la precedenza-stop” in via Porta Brennone, in prossimità dell’intersezione con piazzale Fiume.

Come avvenuto sino ad ora, resta temporaneamente chiusura al transito l’intersezione tra via Sant’Agostino e via Ariosto.

I residenti e domiciliati di piazza Roversi, a cui è temporaneamente interdetto l’accesso al passo carraio a causa del cantiere e sono in possesso di permesso “G” e/o “Res_Ztl”, potranno sostare liberamente negli stalli bianchi delle vie limitrofe e negli stalli blu di corso Garibaldi, dei controviali, di via Ariosto e di viale Montegrappa.

La sosta nelle vie limitrofe, ricomprese nella Ztl i cui varchi sono controllati dalle telecamere, potrà avvenire solo se il permesso in possesso autorizza il transito sotto le stesse.

Per quanto concerne il Trasporto pubblico locale, le linee minubù e autobus seguiranno percorsi alternativi, che saranno indicati dall’Agenzia per la Mobilità di Reggio Emilia, con una propria comunicazione.