Processionaria del pino: il comune di Carpi ricorda di controllare gli alberi


Il Servizio Verde Pubblico del Comune di Carpi ricorda che è in vigore un’ordinanza firmata dal Sindaco Alberto Bellelli che prevede l’obbligo di ‘…effettuare annualmente, durante il periodo invernale-inizio primaverile, e comunque nel periodo compreso tra il 20 gennaio ed il 20 aprile di ogni anno, tutte le opportune verifiche ed ispezioni visive sugli alberi appartenenti al genere PINUS posti a dimora nei terreni di loro pertinenza, al fine di accertare la presenza di nidi della cosiddetta Processionaria del Pino”.

La Processionaria è una farfalla notturna le cui larve sono caratterizzate da peli estremamente urticanti e costituisce una minaccia ed un rischio per la salute delle persone e degli animali che incautamente dovessero venirne a contatto (in particolare sono molto pericolosi per i cani che incautamente dovessero ingoiarla o morsicarla, provocando profonde irritazioni alla mucosa del loro apparato boccale).

Rappresenta poi un pericoloso elemento data la sua voracità per la sopravvivenza di alcune specie arboree (oltre ai Pini, raramente può essere presente su altre piante sempreverdi conifere come Abeti e Cedri, specie nei territori di montagna…).

I nidi invernali di questo insetto sono biancastri, simili allo zucchero filato, e sono solitamente presenti sull’estremità delle piante di Pino.

La raccolta e la distruzione dei nidi larvali è a carico del proprietario dell’albero. Un’operazione questa che va fatta comunque con prudenza, meccanicamente, ovvero tagliando la parte di vegetazione colpita, portandola poi a terra, per poi distruggerla col fuoco.

Il Comune invita la cittadinanza a segnalare tempestivamente la presenza di nidi di Processionaria presenti su piante a dimora nei parchi e nelle aree verdi pubbliche al Servizio Verde Pubblico, inviando una e-mail ad alfonso.paltrinieri@carpidiem.it.

Maggiori informazioni su questo argomento sono disponibili rivolgendosi al Servizio, telefonando allo 059 649130 oppure visitando l’home page della Rete Civica Carpidiem.