San Polo d’Enza: preso ladro seriale dei supermercati


Rubava generi alimentari di vario tipo prediligendo le “punte” di parmigiano reggiano, ma è stato incastrato dalla videosorveglianza di uno dei supermercati del comune di San Polo d’Enza che aveva depredato più volte. I filmati infatti l’hanno immortalato agire furtivamente all’interno del Conad con una tecnica ben collaudata: dopo essere entrato come un normale cliente, ha raggiunto il reparto dei formaggi prendendo punte di parmigiano reggiano, ma anche altri beni come salumi e insaccati vari, che ha riposto in parte nella borsa tenuta a tracolla e in parte sotto i pantaloni tra le parti intime, per poi presentarsi alla cassa pagando beni del valore di pochi euro (generalmente una cassa d’acqua). In questo modo, come accertato dai carabinieri di San Polo d’Enza e rivelato dalle telecamere di videosorveglianza di uno dei supermercati di quel centro abitato, l’uomo ha “alleggerito” i frigo del supermercato con furti “a rate”. E se qualche volta è riuscito ad assicurarsi la refurtiva, in occasione dell’ultimo furto monitorato in “live”, prima di allontanarsi ha restituito la refurtiva riponendola nel banco frigo. In entrambi i casi credeva di averla fatta franca non considerando che i Carabinieri, analizzando i filmati delle telecamere, l’avrebbero riconosciuto. Per questo motivo con l’accusa di furto aggravato e continuato è stato denunciato alla Procura reggiana un 47enne cittadino bulgaro senza fissa dimora con a carico anche precedenti di polizia specifici. Vista la tecnica collaudata e i precedenti di polizia specifici avuti dall’uomo, i Carabinieri sampolesi ritengono che i raid furtivi nel supermercato del paese siano la punta di un iceberg di una serie di supermercati presi di mira tra il reggiano ed il modenese dal “navigato” ladro.