Operazione “Billions”: cittadino crotonese trovato in possesso di carta di identità contraffatta

Nel corso delle perquisizioni effettuate contestualmente all’esecuzione delle ordinanze relative all’operazione “Billions”, personale della Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia nella giornata di ieri, 11 settembr, ha tratto in arresto G.L., 45enne nato a Crotone, in quanto trovato in possesso di carta d’identità valida per l’espatrio risultata contraffatta.

La perquisizione è stata eseguita nell’abitazione dell’indagato (colpito da provvedimento di sequestro preventivo di beni per importo di 137.750,00 euro) ed estesa alle due autovetture nella disponibilità ed in uso all’uomo, intestate alle sue ditte. All’interno di un vano portaoggetti di una delle autovetture sono stati rinvenuti vari oggetti, tra cui una carta d’identità italiana valida per l’espatrio rilasciata dal Comune di Crotone ed intestata ad un cugino. Sul documento in argomento, che appariva genuino nelle principali caratteristiche di sicurezza, era tuttavia apposta l’effige fotografica di G.L., per la precisione la medesima fotografia riscontrata sulla carta di identità di quest’ultimo. Le successive verifiche effettuate presso l’Ufficio anagrafe del Comune di Cutro permettevano di accertare che la carta d’identità in questione era stata effettivamente rilasciata al cugino dell’uomo, tuttavia la foto apposta sul cartellino anagrafico, trasmesso in copia all’ufficio, raffigurava un’altra persona e non G.L..

Per queste ragioni l’umo veniva tratto in arresto per il reato di cui all’art. 497 bis c.p. – possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi – e su disposizione del Sost. Proc della Rep. dott. Beerardi sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesta dell’udienza di convalida.