Modena, commemorazione degli attentati dell’11 settembre 2001



“Da Modena, città di pace, dobbiamo avere il coraggio di rivendicare con forza i nostri valori: quelli del dialogo, della democrazia, del dibattito, incontro e confronto tra chi ha posizioni differenti”. Lo ha affermato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli intervenendo in piazza Manzoni oggi, martedì 11 settembre, alla cerimonia commemorativa degli attacchi terroristici che l’11 settembre del 2001 provocarono migliaia di vittime negli Usa.

Il sindaco ha anche depositato una corona d’alloro al monumento, donato dal Lions Club Modena Estense, che ricorda il crollo delle Torri gemelle del World Trade Center di New York. Alla cerimonia ha partecipato anche il console statunitense a Firenze Benjamin V. Wohlauer, oltre al prefetto Maria Patrizia Paba (nel suo intervento ha sottolineato lo storico legame di amicizia con gli Stati Uniti d’America, nella condivisione dei valori fondamentali della democrazia, e l’importanza del comune impegno contro il terrorismo e per l’affermazione della pace, della libertà e della giustizia) alle autorità cittadine, ai rappresentanti dei Vigili del Fuoco e dell’associazione Italia – Usa. Sono intervenuti Bruno Loi, presidente del Lions Club Modena Estense, e Bernardino Salvati, Governatore Lions del Distretto 108 Tb.

“La ferita dell’11 settembre, vera e propria dichiarazione di guerra dell’intolleranza e dell’estremismo religioso contro la libertà, è ancora molto recente, ed è bene – ha aggiunto il sindaco – continuare a ricordare la portata senza precedenti di quell’attentato. La giornata di oggi è quindi giornata di lutto e ricordo, ed anche di memoria ed amicizia: siamo qui, con il console generale americano, per reiterare il sentimento di amicizia che ci lega agli amici americani. Nel feroce mondo dei terroristi non trovano posto né umanità, né empatia, né comprensione”.