Trasporto pubblico, Nuova Unica Emilia Romagna: Federconsumatori chiede tariffe adeguate

Trenitalia, alla presenza di START, TPER, TEP, SETA, Regione Emilia Romagna e il comune di Bologna ha presentato oggi a Bologna la nuova UNICA Emilia Romagna , una smart card intelligente che consentirà progressivamente agli utenti del trasporto pubblico di utilizzare indifferentemente i diversi vettori e le diverse tipologie di trasporto della Regione. Nella fase iniziale e a partire da oggi, sarà possibile richiedere il rilascio gratuito della card presso le biglietterie delle 10 città capoluogo della Regione, oltre a Faenza, Imola e Carpi e caricare i diversi abbonamenti di Trenitalia e gli abbonamenti integrati MiMuovo e MiMuovo CityPiù. La flessibilità di UNICA consentirà successivamente anche l’acquisto dei biglietti e di altri servizi come i diversi circuiti di bike sharing . Vincente risulterà l’utilizzazione di tecnologia contactless e l’integrazione con dispositivi tipo smartphone . Per Federconsumatori una risposta concreta alle aspettative degli utenti, partita molti anni addietro con il progetto STIMER/MiMuovo per la zonizzazione dell’intero territorio regionale e funzionale alla istituzione del “biglietto unico integrato”, più volte sollecitato dalla stessa Federconsumatori. La massima attenzione andrà riposta nelle scelte tariffarie che per Federconsumatori devono essere funzionali a sostenere le scelte degli utenti a favore di una mobilità maggiormente sostenibile. Scelte annunciate ogni volta dagli amministratori che si scontrano con la pratica quotidiana di tariffe poco attraenti, come avviene nelle maggiori aree urbane o nei collegamenti di nuova istituzione come F.I.CO o il nascente Poeple Mover.