Home Castellarano Castellarano: riciclava auto rubate, arrestato dai carabinieri

Castellarano: riciclava auto rubate, arrestato dai carabinieri

Dopo un concitato inseguimento è stato fermato in prossimità della frontiera di Ventimiglia, che intendeva attraversare, alla guida di una fiammante Toyota Land Cruiser nera rubata a Scandiano, nel comprensorio reggiano. Sebbene il mezzo risultasse “pulito” grazie alla nuova verniciatura, la modifica del telaio e la cedola adesiva falsificata applicata nella carta di circolazione ed attestante il trasferimento di proprietà dell’autovettura, i successivi accertamenti hanno permesso accertarne la provenienza furtiva.

Per questo motivo un 46enne domiciliato a Castellarano con l’accusa di riciclaggio e falsità materiale commessa privato, nel marzo del 2008, era stato sottoposto a fermo di P.G. venendo ristretto in carcere. Quindi l’iter processuale con la condanna a 2 anni, 9 mesi e 10 giorni di reclusione inflittagli dal Tribunale di Modena e confermata in secondo grado dalla Corte d’Appello di Bologna. Avverso la sentenza di condanna il 46enne ha fatto ricorso che però è stato respinto dalla corte di cassazione.

La sentenza, divenuta esecutiva, ha visto l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura modenese emettere l’ordine di carcerazione per l’espiazione della pena in regime di detenzione domiciliare che ieri è stato eseguito dai carabinieri di Castellarano che delegati per l’esecuzione hanno arrestato l’uomo condotto, al termine delle formalità di rito, presso la sua abitazione per l’espiazione della pena. Il 46enne, detratto il periodo pre-sofferto e se non sarà detenuto per altra causa, verrà rimesso in libertà nel mese di dicembre del 2018.