Home Appennino Modenese Quasi 700 mila euro per i progetti delle scuole materne di Modena...

Quasi 700 mila euro per i progetti delle scuole materne di Modena e provincia

Ammontano a 677 mila euro le risorse messe a disposizione della Provincia di Modena dalla Regione, per i progetti di qualificazione e miglioramento dell’offerta formativa nelle scuole materne statali, comunali e private convenzionate modenesi; di questi fondi, oltre 65 mila euro, sono destinati al sostegno dell’impiego di figure di  coordinamento pedagogico nelle scuole paritarie.

I soggetti interessati hanno tempo fino al 6 novembre per presentare i progetti e le richieste di contributo alla Provincia di Modena (ufficio Servizi educativi all’infanzia e Diritto allo studio), informazioni e modulistica sono disponibili nel sito dell’ente.

Le risorse sono suddivise in budget distrettuali sulla base del numero delle sezioni di scuola pubblica e privata presenti sul territorio: 193 mila euro a Modena, 96 mila a Sassuolo, 87 mila a Mirandola, quasi 70 mila a Castelfranco, 87 mila a Carpi, 59 mila a Vignola e 20 mila a Pavullo.

In ogni distretto un apposito gruppo tecnico, composto dai rappresentanti dei Comuni e delle scuole,  coordina la presentazione di un progetto complessivo articolato su più azioni.

I contributi saranno assegnati a progetti di sviluppo dei servizi educativi con priorità, sulla base degli indirizzi indicati dalla Regione, assegnate, tra le altre, al coinvolgimento e alla partecipazione delle famiglie, all’educazione alle differenze e all’integrazione dei bimbi disabili.

Tra i progetti finanziati negli anni scorsi spiccano i laboratori di narrazione, lettura o scrittura, l’educazione musicale e artistica e le lingue straniere.

I dati dell’ultima rilevazione regionale, relativa al 2015, le scuole d’infanzia modenesi sono 235 di cui 30 paritarie degli enti locali, 124 statali, 81 private convenzionate o in appalto; accolgono il 92,45 per cento dei bambini che nella fascia di età dai 3 ai 5 anni nel modenese sono quasi 21 mila: oltre il 52 per cento frequenta le statali, il 34 per cento le paritarie convenzionate e il 14 per cento le scuole comunali.

La Provincia gestisce le procedure e l’istruttoria per l’assegnazione dei fondi nell’ambito delle funzioni delegate dalla Regione sul diritto allo studio.