Home Ambiente Raccolta porta a porta: via alla campagna informativa nella zona industriale di...

Raccolta porta a porta: via alla campagna informativa nella zona industriale di Maranello

Entra nel vivo la campagna informativa sulle nuova modalità di raccolta porta a porta dei rifiuti nella zona artigianale di Maranello. Lunedì 25 settembre prenderà il via un’intensa opera di preparazione e sensibilizzazione delle aziende e delle utenze domestiche della zona coinvolta dalla nuova modalità di raccolta.

Si tratta del primo passo di un percorso che si completerà soltanto a dicembre con l’inizio effettivo del servizio e la contestuale rimozione dei cassonetti stradali nella zona interessata.

Durante questa fase preliminare i “tutor” ambientali di Hera, appositamente formati, visiteranno tutte le utenze, produttive e non, per illustrare le corrette modalità di conferimento e consegnare il materiale informativo con il calendario delle raccolte. Il kit per effettuare correttamente la raccolta dei rifiuti, invece, sarà consegnato in un secondo momento prima dell’avvio del servizio. La dotazione standard comprende contenitori per organico e vetro e sacchi per indifferenziato, carta e plastica. Una particolare attenzione verrà rivolta alle esigenze delle imprese, che potranno concordare con i tecnici Hera la consegna, in casi di volumi previsti particolarmente significativi, di cassonetti di diversa capienza (fino a 1.700 litri) per agevolare la gestione dei rifiuti.

Le strade della zona artigianale inizialmente interessate dalla campagna di tutoraggio delle prossime settimane sono via Alberto Ascari, via Eugenio Castellotti, via Dino Ferrari, via Fornace, via Friuli, via Giuseppe Farina, via Lorenzo Bandini, via Luigi Fagioli, via Martinella, via Michele Alboreto, via Cesare Perdisa, via Piero Taruffi, via Romagna, via Scarfiotti, via Sicilia, via Toscana, via Trebbo, via Trentino, via Valle d’Aosta: in totale, sono circa 500 le utenze coinvolte dal progetto. Al termine della campagna informativa, la nuova modalità di raccolta entrerà in vigore: l’avvio è fissato per il prossimo dicembre.

Nelle prossime settimane, le imprese e le famiglie dell’area coinvolta saranno convocate dal sindaco e dagli assessori competenti in un incontro in cui saranno approfondite, insieme al gestore, le nuove modalità di conferimento.

“L’obiettivo primario – sottolinea l’assessore all’Ambiente Mariaelena Mililli – è il miglioramento della qualità e della quantità della raccolta differenziata prodotta, seguendo le indicazioni normative in materia. Ma oltre ad un cambiamento nelle abitudini del conferimento dei rifiuti, il porta a porta determina possibilità interessanti per le stesse imprese coinvolte, che avranno la possibilità di tracciare con maggiore accuratezza i rifiuti conferiti e saranno quindi in grado di identificare e ridurre gli sprechi. La rimozione dei tradizionali cassonetti dalle strade comporta poi un inevitabile miglioramento del decoro urbano: siamo di fronte ad un progetto ambizioso e indubbiamente complesso, che porta con sé, però, diversi risvolti positivi”.

“Sin dall’inizio – rimarca l’assessore Patrizia Caselli – questo passaggio è stato concepito a livello distrettuale: un aspetto, questo, non trascurabile, che anzi avvalora il progetto e ci consente di ragionare e agire al fianco degli altri Comuni per la gestione di un servizio centrale nelle politiche di governo di un territorio. La campagna informativa che inauguriamo nei prossimi giorni ha un ruolo fondamentale nel successo della sperimentazione, perché fondamentale sarà, nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, la collaborazione di cittadini, imprenditori e lavoratori dipendenti dell’area produttiva coinvolta”.