Home Fiorano ‘In un vortice di polvere’: domenica inaugura la mostra di Annalisa Vandelli...

‘In un vortice di polvere’: domenica inaugura la mostra di Annalisa Vandelli al Castello di Spezzano

Questa mattina, nella Sala delle Vedute del Castello di Spezzano, sede del Museo della Ceramica del Comune di Fiorano Modenese, si è svolta la presentazione in anteprima ai giornalisti della mostra ‘In un vortice di polvere’, fotografie di Annalisa Vandelli, a cura di Tatiana Agliani e Uliano Lucas, realizzata con il patrocinio del Comune di Fiorano Modenese.

 

L’inaugurazione è domenica 3 settembre, alle ore 18,30, con l’intervento del fotoreporter Uliano Lucas. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 1 ottobre 2017, ogni sabato e domenica dalle ore 15 alle ore 21 (chiusura straordinaria domenica 24 settembre).

LA MOSTRA

Le settanta fotografie che compongono la mostra sono il risultato del lavoro di selezione dei curatori Agliani e Lucas; la studiosa di comunicazione visiva e il fotoreporter di fama internazionale restituiscono al pubblico il distillato di 10 anni di racconti.

Le fotografie sono accompagnate da testi, video, parole e musiche, che mescolano emozioni e conoscenze attraverso linguaggi diversi.

Il titolo è tratto da una canzone di Fabrizio De Andrè ‘Il suonatore Jones’, ciò che guardi e ciò che vedi. A dire che una situazione, per quanto ovvia, per quanto umile ha in sé eccezioni di bellezza, basta avere gli occhi pronti a coglierla; basta intravedere la luce fuori e dentro le cose, i fatti, le situazioni, le persone. Lo stesso tentativo intende imprimere in immagini questo corteo di racconti. Tutto è connesso e rimescolato nel mondo della globalizzazione e così le fotografie e i testi non solo richiamano racconti, ma parlano allo spettatore di attimi rivelatori, assoluti, condivisi, dove l’essere umano è rimesso al centro, seppure oppresso da un sistema economico e tecnocratico che tende a prostrarne l’umanità stessa.

 

L’allestimento, potendo respirare nelle sale dell’ala est del Castello, è un leggibile e facilmente comprensibile percorso che alterna immagini, citazioni, testi di Annalisa Vandelli e nulla, nelle belle architetture, distrae il visitatore pur lasciando al centro la possibilità di incontrarsi e di confrontarsi.

Chi non conosce il Castello di Spezzano potrà inoltre scoprire i cicli pittorici cinquecenteschi, il Museo della Ceramica con la nuova sezione multimediale Manodopera, cenare o approfittare del ristorante La Castellana e, avendone tempo, raggiungere la vicina Riserva Regionale delle Salse di Nirano.

 

ANNALISA VANDELLI

Scrittrice e fotoreporter free lance, ha raccontato diversi Paesi tra cui Etiopia, Nicaragua, Tunisia, Guatemala, Pakistan, Territori Palestinesi, Kenya, Saharawi, Egitto, Albania, El Salvador, Giordania, Libano, Mozambico…

Suoi lavori sono apparsi su Il Corriere della Sera, Rai, La Repubblica, Avvenire, L’Espresso, Huffington Post, Famiglia Cristiana, Dire e altri. Ha scritto due spettacoli teatrali e pubblicato dodici libri (alcuni tradotti in inglese e spagnolo).

Annalisa Vandelli ha ricevuto il riconoscimento internazionale Profilo Donna, il Premio Nazionale Mediterraneo, la menzione d’onore all’Albero Andronico e il premio Hombres. Tiene il seminario di fotogiornalismo presso l’Università di Roma 3.