Il 25 luglio 2017, anniversario della caduta del fascismo, si svolgerà anche a Montefiorino la “pastasciutta antifascista”, per ricordare la festa organizzata dai fratelli Cervi nel 1943. Anche Montefiorino entra dunque nella rete delle pastasciutte antifasciste, che ha il suo centro al Museo Cervi di Gattatico, ma vanta ormai decine di esperienze in tutta Italia. Si tratta di una novità importante, sia per la rilevanza di Montefiorino, sede della straordinaria esperienza della repubblica partigiana dell’estate 1944, sia perché anche la montagna emiliana entra finalmente in questo circuito.

In piazza Fontana verrà offerta a tutti i presenti una ghiotta pastasciutta al ragù; sarà poi possibile mangiare tigelle annaffiate da buoni vini locali. Il programma prevede altri elementi di rilievo: alle 16 la II edizione di “Le contrade dei ribelli”, la caccia al tesoro partigiana per le vie del paese; alle 18.30 la visita guidata gratuita al Museo; alle 21 il concerto dei Piunz. Nel corso della serata sarà inoltre possibile testare in anteprima il gioco da tavolo “Repubblica Ribelle”, in corso di produzione da parte del Museo. E per concludere in bellezza, è prevista una esecuzione collettiva di “Bella Ciao”!

L’iniziativa si inserisce nel ricco programma di attività del Museo di Montefiorino, che si è posto all’attenzione nazionale come esempio virtuoso di incontro fra i valori dell’antifascismo e la nuova museografia. Si vedano in proposito la recente segnalazione su “Patria Indipendente” ; e il progetto History Camp 2.0, in collaborazione con Arci che si terrà a fine agosto.

L’occasione è particolarmente rilevante anche per la partecipazione di diverse realtà del territorio, in particolare la neonata associazione Amici del Museo e la rinnovata Anpi di Montefiorino, che si propone di federare i presidi Anpi del territorio per rilanciare anche oggi la collaborazione già sperimentata con successo nel difficile contesto della seconda guerra mondiale.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013