Più soddisfatti gli insegnanti responsabili verso il proprio lavoro

Gli insegnanti più responsabili verso il proprio lavoro sono anche più soddisfatti: è quanto emerge da una ricerca condotta dalla dalla ricercatrice del Dipartimento di Psicologia dell’Alma Mater Maria Cristina Matteucci, dalla prof.ssa Dina Guglielmi, docente di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni dell’Alma Mater,  e dalla ricercatrice dell’Università di Bonn (Germany) Fani Lauermann.

Secondo lo studio, gli insegnanti che si sentono responsabili per l’insegnamento e per i risultati dei loro studenti sono anche più soddisfatti della loro scelta lavorativa e mostrano livelli più elevati di work engagement che, secondo la definizione di alcuni autori (Schaufeli & Bakker, 2003), può essere definito come “uno stato mentale positivo e di soddisfazione nei confronti del proprio lavoro caratterizzato da vigore, dedizione e immersione”.

Sentirsi responsabili, quindi, risulta essere un predittore di benessere lavorativo negli insegnanti, ma anche di pratiche educative più efficace. Infatti, gli insegnanti che hanno riportato livelli più elevati di responsabilità affermano anche di utilizzare maggiormente pratiche educative rivolte al padroneggiamento delle competenze, ovvero pratiche ritenute consensualmente come più efficaci per l’apprendimento degli alunni.

La ricerca mostra anche che ci sono dei fattori che possono predire la percezione di responsabilità da parte degli studenti, sia di tipo personale che contestuale, quale ad esempio un clima scolastico fondato su relazioni positive con gli alunni.