Vertenza azienda erogatrice del servizio mensa presso l’accademia militare: raggiunta conciliazione in Prefettura

Si è svolto questa mattina presso la Prefettura di Modena il tentativo di conciliazione previsto dalla legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, in relazione allo stato di agitazione proclamato da parte della Organizzazione Sindacale “S.N.A.L.V. Confsal” (Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori e Vertenze) per alcune problematiche relative al personale dipendente della ditta erogatrice del Servizio mensa presso l’Accademia Militare di Modena, che vede occupati oltre quaranta dipendenti per un totale di circa mille duecento pasti al giorno.

Durante la riunione, alla quale erano presenti il Segretario provinciale dello S.N.A.L.V. ed i Dirigenti dell’Azienda datrice di lavoro, sono stati affrontati sotto varie angolature i temi che hanno dato origine alla protesta, inducendo le Organizzazioni di rappresentanza ad attivare la procedura prevista dalla legge 146/90, che disciplina la materia delle astensione dal lavoro nelle attività considerate essenziali per l’utenza.

Dopo ampia e articolata discussione, preso atto della articolata proposta di mediazione elaborata dalla Prefettura e della conseguente disponibilità dell’Azienda, che ha acconsentito ad andare incontro alle richieste dei lavoratori, fornendo risposte entro tempi determinati alle questioni sollevate ed intervenendo per il miglioramento delle condizioni di lavoro del personale anche sotto il profilo della sicurezza e della qualità, è stata raggiunta un’intesa e la parte sindacale ha sospeso lo stato di agitazione.

Soddisfazione per l’accordo è stata espressa dai rappresentanti dell’Azienda e dai Dirigenti sindacali che hanno manifestato il proprio apprezzamento per l’attenta ed equilibrata opera di mediazione svolta dalla Prefettura.