Home Cronaca Tenta il suicidio per tre volte, l’ultima lanciandosi contro il treno. Salvata...

Tenta il suicidio per tre volte, l’ultima lanciandosi contro il treno. Salvata in extremis dai carabinieri di Scandiano

Lungo la strada ha incontrato i suoi angeli: due carabinieri in forza alla Tenenza di Scandiano che, in piena notte, l’hanno raggiunta e fermata sui binari della ferrovia riuscendo a evitare, anche grazie alla prontezza dei riflessi del macchinista, che fosse travolta dal treno merci in arrivo. E’ accaduto poco dopo le due di questa notte a Scandiano.

La donna, una 50enne reggiana, dopo aver cercato di farla finita per due volte, prima tentando di tagliarsi le vene e poi lanciandosi contro un auto in transito (il conducente è riuscito ad evitarla allertando i soccorsi) è stata condotta per le cure del caso presso l’ospedale di Scandiano da dove tuttavia è riuscita a fuggire. I sanitari si sono accorti della fuga intorno alle 2,00 di questa notte ed hanno lanciato l’allarme al 112. Una pattuglia della tenenza di Scandiano ha avviato le ricerche della donna, individuandola lungo via statale nei pressi della stazione ferroviaria del paese. I militari hanno cercato di avvicinarla e di parlarle ma lei per tutta risposta li ha invitati ad andare via urlando di volerla fare finita. All’arrivo dell’ambulanza allertata dai militari, la 50enne ha raggiunto i binari fuggendo in direzione di un treno merci che stava sopraggiungendo.

Qui i militari hanno seguito la donna: uno è riuscito a bloccarla gettandola sui binari l’altro è andato verso il treno e con il faro in dotazione è riuscito a richiamare l’attenzione del macchinista che ha arrestato la marcia. La donna è stata quindi caricata in ambulanza e condotta in ospedale per le cure del caso. Al vaglio dei carabinieri le motivazioni che hanno indotto la poveretta a cercare di uccidersi.