Modena: al via, tra musica e cultura, la nuova stagione della Tenda

la-tenda-presentazione-stagCon concerti tra rock, jazz e tradizione ma anche spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, letture, laboratori e mostre sui temi che da sempre la caratterizzano come legalità, memoria, migranti e lavoro, prende il via lunedì 9 ottobre la nuova stagione della Tenda di viale Molza.

La struttura gestita dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Modena, in collaborazione con l’associazione Intendiamoci, propone per quest’anno, come novità assoluta, un focus sulla cultura e sulla divulgazione scientifica che sarà sviluppato in particolare attraverso la rassegna cinematografica curata dagli studenti di Asmo (Associazione medici specializzandi Modena) e i workshop di divulgazione scientifica curati da Pleiadi Modena.

Punto di riferimento e ritrovo per tutti i giovani musicisti modenesi, anche per la stagione 2016/2017 la Tenda darà ampio spazio ai concerti, con un cartellone di circa trenta appuntamenti tra ottobre e maggio, per un totale di un centinaio di gruppi. Con la consueta attenzione per le realtà locali, protagonisti della maggior parte dei concerti saranno band e artisti del territorio modenese. Non mancheranno però anche artisti provenienti da altre regioni, che sempre più spesso richiedono di suonare alla Tenda, e musicisti di livello internazionale, “proseguendo –come spiegano gli organizzatori – nella volontà di porre sullo stesso piano band emergenti e professioniste che rappresenta la peculiarità e l’unicità della programmazione live della Tenda”.

Ritorna anche la rassegna “Arts & Jam”, realizzata in collaborazione con l’associazione Muse e con il contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Modena. La quinta edizione della rassegna propone un calendario ricco di ospiti di caratura internazionale che vedrà come punti focali le celebrazioni per il centenario della nascita di Thelonius Monk e il laboratorio “Contrappunti animati”, indirizzato agli studenti dell’Istituto d’arte Venturi e del liceo scientifico Wiligelmo e finalizzato alla produzione di un film d’animazione con la sua colonna sonora originale (l’attività è realizzata in collaborazione con l’associazione Ottomani).

Nell’ambito della promozione culturale, si rinsalda la collaborazione con l’associazione L’Asino che proporrà una serie di incontri letterari, sia sul tema della divulgazione scientifica che su quello della legalità, con protagonista l’editoria indipendente. Anche quest’anno il programma si allarga al cinema, con la seconda edizione della rassegna “Identità e alterità”, patrocinata dall’Università di Modena e Reggio Emilia che propone film degli anni ’60 restaurati di recente e che sarà declinata in due micro-temi: cinema e impegno, e conflitto generazionale.

L’offerta della Tenda si completa infine con i laboratori di teatro, danza e scienza per dare spazio alla creatività giovanile: tra le novità ci sono appunto il laboratorio di sperimentazione scientifica, aperto agli studenti delle scuole superiori, mentre si riconfermano i tradizionali workshop di danza, il ciclo di incontri “Urban call” dedicato alla cultura hip hop, e “Urban lab” sulla contaminazione tra danza urbana e contemporanea. Spazio anche al teatro e, per il secondo anno, al percorso formativo, inserito nel catalogo di Memo, che esplora le connessioni tra attività didattiche e discipline artistiche per sfociare in una produzione originale oltre al nuovo “World cafè. La mafia uccide, il silenzio pure” dedicato agli studenti della scuola media.

Come da tradizione, la stagione si apre con gli appuntamenti della 5ª edizione di “Mat, la settimana della salute mentale”, tra conferenze, spettacoli teatrali e musicali e presentazioni di libri.

La veste grafica dei flyer anche per quest’anno sarà a cura di Davide Montorsi, con una serie di immagini che si rifaranno alla numerologia, come una personale “smorfia” legata alle tematiche affrontate di mese in mese da La Tenda.

Il calendario completo di tutte le iniziative è consultabile sul sito web de La Tenda, recentemente rinnovato ed ampliato, all’indirizzo www.comune.modena.it/latenda.

Per informazioni: latenda@comune.modena.it

www.facebook.com/latenda, tel. 059 2034810.

 

“LUMINTENDA” DÀ SPAZIO AD ARTISTI MULTIMEDIALI

Giovani videomaker, artisti, fotografi, fumettisti e attori con in mente un progetto originale hanno tempo fino al 31 ottobre per partecipare a “Lumintenda – #LIT2016”, il nuovo bando proposto dal Comune di Modena, nell’ambito delle attività della Tenda.

Il bando ha l’obiettivo di sostenere la creatività giovanile e intercettare nuove produzioni originali non professionali che possano essere diffuse nelle occasioni e negli gli spazi dedicati all’associazionismo culturale, artistico e ricreativo giovanile. Curato dal servizio Politiche giovanili, è indirizzato ai giovani artisti singoli o riuniti in gruppi o collettivi, residenti nella provincia di Modena che abbiano meno di 29 anni ed è diviso in otto categorie: “Installazioni e sonorizzazioni”, “Fotografia”, “Fumetto”, “Pittura e grafica”, “Video e cortometraggio”, “Teatro”, “Danze urbane/danza contemporanea/contaminazioni”, e la sezione tematica “Identità & Alterità” che può essere sviluppata attraverso tutti i linguaggi previsti nelle altre sezioni.

“Le nuove generazioni, grazie alla tecnologia, hanno allargato le forme e i linguaggi espressivi che diventano globali con internet – commenta l’assessore comunale alle Politiche giovanili Giulio Guerzoni – e Lumintenda è un piccolo-grande esperimento di innovazione che cerca di intercettare le opere scritte in questi linguaggi ampliando la mission artistica della Tenda oltre il linguaggio musicale”. Le opere, video, installazioni, progetti fotografici, fumetti, dipinti, spettacoli teatrali, obbligatoriamente inedite, dovranno essere presentate entro il 31 ottobre 2016. Il bando, la scheda di partecipazione e le modalità di presentazione delle opere sono scaricabili dal sito www.comune.modena.it/latenda/la-tenda.

Le otto opere vincitrici, valutate da Commissione formata da 8 membri qualificati nelle diverse attività artistiche in base ai criteri di qualità, innovazione, ricerca, originalità, contemporaneità, saranno presentate ed esposte al pubblico della Tenda nel periodo tra gennaio e maggio 2017, e riceveranno un riconoscimento in denaro che andrà da un minimo di 800 a un massimo di 1300 euro, in base alla complessità delle diverse sezioni.

 

TUTTI GLI APPUNTAMENTI DI OTTOBRE

La stagione 2016-2017 della Tenda, inaugura come da tradizione nel mese di ottobre con un programma che vedrà nella struttura di viale Molza una varietà di proposte fra scienza, cinema, musica, letteratura e danza.

Il primo appuntamento sarà sabato 9 ottobre, alle 16, con il laboratorio di danza e contaminazioni urbane “Urban call”, primo di una serie di incontri sulla cultura hip hop con ModenaDanza e BlakSoulz, mentre domenica 23 inizierà il laboratorio coreografico “Contemporary Lab”.

Novità per il cinema, con il cineforum di Asmo (Associazione medici specializzandi di Modena) che, in collaborazione con Unimore propone un ciclo di incontri su temi scientifici affrontati attraverso i film. Si debutta giovedì 13 ottobre, alle 21, con “Inside Out” cui seguirà, il 20, “Fuocoammare”.

Sabato 15 ottobre va in scena il primo concerto di “Arts & Jam” che vedrà sul palco la pianista e cantante Dena Derose accompagnata dal suo quartetto. Con la rassegna jazz ci sarà poi un secondo appuntamento venerdì 28 ottobre con protagonista la band Cinema Italia.

Nell’ambito della rassegna “Identità e alterità”, curata da Leonardo Gandini e Chiara Strozzi in collaborazione con la Cineteca di Bologna, l’associazione L’Asino che vola e il Laboratorio sugli anni Settanta a Modena, è in programma il 27 ottobre il film “Salvatore Giuliano” di Franco Rosi. Sempre legata a “Identità e alterità” sarà anche la mostra fotografica ospitata dallo spazio espositivo della Tenda, dal 27 ottobre fino al 15 dicembre.

A tenere alta la bandiera del rock saranno i concerti curati dall’associazione Intendiamoci, con una selezione di artisti internazionali (The Wild Life, Milk Teeth, Turnover) e nazionali (An Harbor, Neveralone) il 29 e il 31 ottobre.

Come da tradizione la stagione della Tenda ospita, da domenica 23 ottobre, gli appuntamenti legati a “Màt, la settimana della salute mentale”, tra conferenze, spettacoli teatrali e musicali e presentazioni di libri. Il programma completo è consultabile sul sito www.comune.modena.it/latenda e sulla pagina facebook La Tenda.

 

Immagine, da sinistra: Elisa Meschiari, associazione Le Muse; Francesca Garagnani, Centro Musica del Comune di Modena; Giuseppina Vitale, associazione L’asino che vola; Elisa Balugani, associazione Ore d’aria; Fulvio Romiti, associazione Intendiamoci; Antonietta Amoroso, associazione CantierArt