Home Formigine A Formigine nuovi spazi per i giovani

A Formigine nuovi spazi per i giovani

Spazio-Giovani-FormigineMartedì prossimo 4 ottobre alle 21 sarà presentato al Castello di Formigine “Riusiamo l’Italia”, un road book di Giovanni Campagnoli, economista bocconiano, formatore e blogger che ricerca le buone pratiche di riuso degli spazi. Oggi l’Italia è “piena” di spazi vuoti di ogni tipo, riusarne anche una minima parte, affidandoli a start-up culturali e sociali, può essere una leva a basso costo per favorire l’occupazione giovanile, soprattutto nella creazione di “nuovi lavori”. Il libro analizza queste prassi che si stanno diffondendo nel Paese, per individuare modelli organizzativi in grado di creare un valore economico partendo da specifiche funzioni sociali e culturali.

L’incontro è un’ulteriore tappa del progetto partecipativo “Cantiere Animato”, avviato nei mesi scorsi, che ha coinvolto oltre 30 portatori di interesse tra giovani e associazioni sulla nuova “anima” dello Spazio Giovani Centro Anch’io di Villa Gandini. La finalità emersa dai tavoli di lavoro con i giovani è di trasformare lo Spazio Giovani da luogo di sola aggregazione e informazione a spazio di lavoro in condivisione e di relazione favorevole alla creatività, all’impresa, all’innovazione. Si tratta anche di un cambio di prospettiva: dal servizio rivolto ai giovani, a uno spazio dove i giovani si mettono al servizio della comunità, condividendo talenti ed esperienze. “Questa iniziativa – spiegano il Sindaco Maria Costi e l’Assessore alle Politiche Giovanili Simona Sarracino – mira innanzitutto a sollecitare l’imprenditorialità e a spronare i giovani a lavorare insieme per elaborare idee che possano incontrare nuovi bisogni in un’ottica di progettualità condivisa anche con le imprese del territorio al fine di creare un vero e proprio ecosistema locale. Vogliamo che questo spazio diventi presto sede di una community creativa, cioè una piattaforma carica di energie, di sperimentazione e di innovazione”.

Per informazioni, Spazio Giovani “Centro Anch’io” tel. 059 416355.