Il Rotary Club dona le audioguide al museo archeologico di Brescello




audioguide-brescelloSono stati consegnati dal Rotary Club – Brescello Tre Ducati, alla presenza del governatore di distretto Paolo Pasini, i dieci supporti audioguida alla Fondazione “Paese di Don Camillo e Peppone” che saranno utilizzati all’interno del museo archeologico del paese.

Una sinergia, quella tra il Rotary Club e le istituzioni locali, che perdura da anni, grazie anche alla collaborazione durante le varie edizioni del Brescello Film Festival e le numerose pubblicazioni di autori locali. Da sempre il Rotary brescellese, infatti, si dimostra disponibile e sensibile verso le tematiche culturali del territorio.

Oggi questa sinergia risulta ancora più forte e ricca di potenziale, poiché vede concretizzarsi l’obiettivo della Fondazione di miglioramento e arricchimento dell’esperienza di visita delle strutture in gestione, come ad esempio il Museo Archeologico romano, importante testimonianza dell’antico territorio di Brixellum.

L’introduzione di audioguide permetterà anche a chi non usufruisce di una visita guidata di poter comprendere al meglio il percorso espositivo e di conseguenza di migliorare l’esperienza all’interno del museo.

La cura dei contenuti descrittivi è stata affidata all’archeologo Ivan Chiesi, che da anni si dedica con passione alla storia brescellese, come dimostra la sua recente pubblicazione “Storia di Brescello”, mentre della traduzione dei testi in inglese, francese e tedesco se ne occuperà il personale dell’Ufficio Turistico.

Durante la consegna nella sede museale, erano presenti, oltre al il presidente della Fondazione “Paese di Don Camillo e Peppone” Elena Benassi, al dottor Ivan Chiesi, ad alcuni volontari del Gruppo archeologico brescellese “M.S. Otone”, entusiasti del progetto, anche il governatore di distretto Paolo Pasini accompagnato dalla moglie, il presidente del Rotary Club “Brescello Tre Ducati” Bertrand Tchana, il segretario Alberto Zanetti, i soci Alberto Pedrazzini, Alessandro Freschi, Marie Laure Bonfanti e il responsabile del progetto,  grande sostenitore dell’idea sapientemente portata avanti e infine concretizzata, Danilo Medici.

Per il mese di gennaio sarà organizzato un evento di presentazione alla cittadinanza, durante il quale si auspica di diffondere un vero e proprio interesse territoriale ed inaugurare l’inizio di una stagione di mecenatismo culturale.

 

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013