Il Comune acquista ex discarica Pista


Il Comune di Sassuolo, tramite Sgp, acquisirà a titolo gratuito l’area “ex discarica Pista” situata all’interno del piano particolareggiato di iniziativa pubblica denominato “Comparto W”: è questo quanto stabilisce la Delibera di Giunta n° 156 nel 10 novembre scorso in pubblicazione all’Albo Pretorio.

Il “Comparto W” comprende una vasta superficie ubicata fra il fiume Secchia, la strada Pedemontana e la Via Pista, tra cui è inserita l’area denominata “ex discarica Pista” di cui è stata  prevista la rinaturalizzazione all’interno di un intervento di più ampia valenza previsto nel progetto PRUSTT,  relativo alla riqualificazione ambientale delle sponde del Fiume Secchia.

L’area di intervento si identifica con parte delle aree di cessione di cui all’articolo 8 della citata convenzione inerente il Comparto W, e che,  al fine di intervenire nelle aree interessate dal progetto,  il Comune di Sassuolo ha necessità di entrare in possesso delle aree medesime per complessivi mq. 109.491,20 di proprietà  dell’Immobiliare Bellavista SRL (mq. 109.420,00) e C.M.A  soc. coop. (mq. 71,2)  quali lottizzanti del Comparto W.

L’area che si intende acquisire è destinata a verde pubblico e la sua gestione, comprensiva delle attività di manutenzione, sarà affidata a Sassuolo Gestioni Patrimoniali SRL.

Con la Deliberazione n° 156 del 10 Novembre, quindi, la Giunta delibera:

Di disporre l’acquisizione in proprietà, in forza delle convenzioni urbanistiche al  patrimonio comunale, dall’Immobiliare Bellavista SRL, con sede legale a Modena – Via dei Tipografi n. 17, e da eventuali altri nonché dai rispettivi aventi causa  – le seguenti aree,  interessate dal  “Progetto preliminare di rinaturalizzazione dell’area dell’ex discarica Pista all’interno del piano particolareggiato di iniziativa pubblica denominato  Comparto W”, già approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 218 del 30.12.2014;

di prendere atto,  come da “relazione e stima manutenzione sostenibile”  prot gen.n. 27315 del 7.8.2015 del Servizio Urbanistica,  dei seguenti costi di consumo e di manutenzione ordinaria e straordinaria:  per il 2016 la spesa prevista è di € 23.177,80, di cui € 3.154,95 di consumo impianto illuminazione, € 16.942,85 di manutenzione ordinaria, ed € 3.080 di manutenzione straordinaria; per il 2017 la spesa prevista € 37.264,30, di cui € 3.154,95 di consumo impianto illuminazione, € 29.829,35 di manutenzione ordinaria e € 4.280 di manutenzione straordinaria; per il 2018 la spesa prevista è di € 32.937,80 di cui €3.154,95 di consumo impianto di illuminazione, € 22.202,85 di manutenzione ordinaria e € 7.580 di manutenzione straordinaria.

Il piano di manutenzione straordinaria e ordinaria, relativo ai primi tre anni dalla fine lavori, non garantisce la fruizione di tutta l’area verde; il numero di interventi previsti è stato quantificato in modo da garantire un minimo di decoro e impedire il sopravanzare di erbacce infestanti; un adeguato piano di manutenzione avrebbe comportato un onere troppo gravoso e non sostenibile in questo momento da parte dell’Amministrazione.

Tutti gli onorari notarili e fiscali derivanti dall’atto pubblico di cessione gratuita sono a carico del/i cedente/i, il quale/i comunicherà/anno il notaio rogante  da esso/i prescelto.