Prosegue e si intensifica l’attività di UniCredit a sostegno dell’economia italiana. La Banca ha infatti richiesto e ottenuto, all’asta TLTRO della Bce dello scorso 18 settembre, l’assegnazione di 7,750 miliardi di euro per il nostro Paese. All’Emilia Romagna sarà destinato un 1 miliardo di euro, disponibilità con la quale UniCredit intende potenziare ulteriormente l’attività creditizia che l’ha portata, nei primi nove mesi del 2014, all’erogazione di oltre 600milioni di nuovi finanziamenti alle imprese emiliano romagnole.

Oggi, Giampiero Bergami, Regional Manager Centro Nord di UniCredit – alla presenza di  Maurizio Torreggiani, Presidente Unioncamere Emilia Romagna, Presidente Camera di Commercio di Modena e Presidente del Consiglio di Territorio Centro Nord UniCredit; Marco Amelio, Presidente Cofiter; Alduino Di Angelo, Presidente Confidi.net; Domenico Menozzi, Direttore Unifidi; e Luigi Ulivi, Direttore Confidi.net – ha illustrato la strategia e le sinergie che la Banca intende promuovere per la crescita dell’economia della regione, valorizzando i fondi BCE e trasferendo alle imprese i benefici ad essi connessi. Il programma si chiama “Valore Europa” e si propone di stimolare la crescita e allargare l’accesso al credito per le imprese, e di supportare gli investimenti delle famiglie su progetti sostenibili.

“I fondi ottenuti dalla Bce nell’ambito del Tltro – ha dichiarato Giampiero Bergami – saranno integralmente destinati al credito. In questa prima asta abbiamo richiesto l’importo massimo consentito per le nostre attività in Italia e la priorità andrà alle imprese che intendono fare investimenti pluriennali per sostenere lo sviluppo e ricominciare a crescere. I nostri indicatori oggi ci mostrano come la domanda di credito per investimenti sia purtroppo ancora debole: circa la metà delle imprese lavora su basi attive e stiamo assistendo a una progressiva crescita dei depositi, sintomo di un clima ancora attendista nel mercato. Per questo dobbiamo sforzarci di stimolare nuova domanda di credito, che è condizione necessaria per innescare un nuovo percorso di crescita nel Paese”.

“Valore Europa” si propone di fornire un concreto supporto all’economia reale agendo su tre direttive distinte:

– Linea Investimenti: con l’obiettivo di stimolare nuovi investimenti produttivi, verranno trasferiti alle imprese i benefici del minor costo del denaro che deriva dal nuovo programma di rifinanziamento a lungo termine deciso dalla BCE, attraverso finanziamenti a tasso agevolato, caratterizzati anche dalla massima flessibilità di rimborso (preammortamento, rimborso del capitale a scadenza quadriennale con la possibilità di rifinanziamento per ulteriori 4 anni).

– Linea Crescita: obiettivo di “Valore Europa” è anche quello di facilitare l’accesso al credito, estendendo la platea di soggetti che possono accedere a nuovi finanziamenti. Per questo UniCredit, in partnership con soggetti istituzionali come il Fondo Centrale di Garanzia e i Confidi, offrirà alle imprese la possibilità di ottenere una fortissima riduzione – fino all’azzeramento totale – del costo della garanzia, un finanziamento a tasso agevolato e un processo di erogazione immediato. UniCredit ha già identificato 150mila aziende italiane che potranno beneficiare di questa offerta, di cui più di 20mila in Emilia Romagna. L’intervento coinvolgerà, sempre valorizzando il supporto del Fondo Centrale di Garanzia, anche le oltre 270 Start Up innovative presenti in Emilia Romagna che, attraverso finanziamenti fino a 100mila euro, con costo della garanzia azzerato e tempi di erogazione accelerati, potranno ottenere il supporto finanziario necessario al consolidamento della propria attività.

– Linea Sostenibilità: per stimolare anche gli investimenti delle famiglie, UniCredit ha progettato specifici prestiti per la ristrutturazione edilizia e per la riqualificazione energetica, a un tasso annuo nominale (TAN) del 5%, migliore offerta oggi sul mercato.

 

“UniCredit sta ponendo il massimo impegno nel fornire supporto all’economia reale del nostro Paese – ha aggiunto Giampiero Bergami –. Lo dicono i numeri: nei primi nove mesi del 2014 le nostre erogazioni di nuova finanza al sistema produttivo dell’Emilia Romagna sono cresciute del 40% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ora l’intervento della BCE imprime ulteriore forza a questo nostro impegno. Con “Valore Europa”, infatti, trasferiremo ai clienti i benefici del minor costo del denaro che deriva dal TLTRO, a prezzi finali che risulteranno, sempre considerando le classi di rating di merito creditizio delle singole aziende, più vantaggiosi per tutti”

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013