Home Reggio Emilia “City of Cooperation”: un progetto di Legacoop in vista di Expo 2015

“City of Cooperation”: un progetto di Legacoop in vista di Expo 2015

Legacoop-Expo-2015Expo 2015 sarà uno straordinario evento universale che darà visibilità alla tradizione, alla creatività e all’innovazione italiana alla luce di nuovi scenari tecnologici globali. Per le aziende e anche per il nostro territorio sarà un’importante occasione di internazionalizzazione e crescita della propria attività. Al centro di Expo 2015 è l’alimentazione, intesa come energia vitale del Pianeta, necessaria per uno sviluppo sostenibile. Fondamentale è il ruolo del territorio, in quanto la qualità del cibo va di par passo con la tradizione consolidata nelle attività di coltivazione e di allevamento delle comunità locali, frutto di esperienze millenarie sulle quali oggi si innestano forti innovazioni scientifiche e tecnologiche. Legacoop Reggio Emilia ha deciso di impegnarsi a favore delle imprese associate che volessero aprire una vetrina sull’Expo 2015: ha infatti realizzato il progetto “City of Cooperation”, a cui hanno già aderito 37 cooperative reggiane.
Il progetto “City of Cooperation”, è stato presentato ieri nella Sala del Tecnopolo da Simona Caselli, Roberto Meglioli, Stefania Carretti e Lorenzo Immovilli di I.C.S, realizzatori del portale. Ha portato il suo saluto Arturo Tornabuoni, direttore di Reggio Emilia Innovazione. Erano presenti anche l’assessore provinciale Roberta Rivi, Chiara Piacentini e Massimo Festanti in rappresentanza del Comune di Reggio Emilia, Sabrina Rosati di Reggio nel Mondo.
“Il tema di Expo 2105 – spiega Roberto Meglioli di Legacoop, coordinatore del progetto – è particolarmente stimolante per le cooperative reggiane. Possiamo dire che serve più cooperazione per nutrire il mondo, e concetti come cultura del limite, della cooperazione e dell’innovazione sono nelle corde di molte cooeprative reggiane. Abbiamo pensato – prosegue Meglioli – ad una comunicazione meno “istituzionale”, più leggera e smart, che consenta a alle cooperative aderenti di tentare nuove strade per promuoversi”. Reggio Emilia City of Cooperation è prima di tutto un progetto che mira a promuovere una cultura oggi di grande attualità e importanza per il progresso del lavoro.
“La cultura cooperativa – aggiunge la presidente di Legacoop Simona Caselli – porta infatti già nel proprio patrimonio genetico il concetto di “innovazione sociale”, nato con il movimento cooperativo stesso, come risposta dal basso a bisogni sociali che non trovavano risposte nelle istituzioni. In questo senso Reggio Emilia City of Cooperation può diventare un vero e proprio brand che individua uno dei luoghi più hanno da raccontare per il movimento cooperativo mondiale, aggiungendo valore ad ognuno dei suoi membri”.
Un portale web racconterà Reggio Emilia come città della cooperazione, ovvero come modello sociale ed economico i cui valori e punti di forza sono estremamente attuali. I destinatari sono principalmente i cittadini italiani e stranieri interessanti a conoscere Reggio Emilia sulla base dei valori condivisi del mondo cooperativo, i turisti che orbiteranno durante il periodo di Expo su Reggio Emilia, le cooperative italiane e straniere che intendono confrontarsi con altri modelli cooperativi e i giovani interessati ad avviare un’attività cooperativa. “Il progetto – precisa Meglioli – non intende sostituire i canali di comunicazione esistenti, ma si offre alle cooperative come strumento complementare di auto-rappresentazione e promozione verso l’esterno, attraverso modalità innovative e adeguate al contesto internazionale di Expo 2015. I valori individuati verranno trasmessi attraverso micro-storie e ritratti di singoli soci che rappresentano la pluralità del mondo cooperativo e contribuiscono a disegnare il volto di un territorio. Un racconto raccolto dal basso e che individua particolarità spiccate, ma in cui si ritrovano valori universali e appartenenti a diverse comunità, non solo cooperative”.
Comunicare, costruire, documentare. Questi tre obiettivi principali si svilupperanno all’interno del portale attraverso una serie di contenuti che permetteranno al portale stesso di mantenere la propria funzione e attività anche dopo Expo: Percorsi turistici, Azioni partecipative e solidali, notizie, storia della cooperazione reggiana, schede e link dedicati a ciascuna cooperativa.