Home Modena Il 1° maggio in Galleria Civica a Modena aperte tutte le mostre

Il 1° maggio in Galleria Civica a Modena aperte tutte le mostre

Giovedì 1 maggio le mostre allestite dalla Galleria civica di Modena alla Palazzina dei Giardini e a Palazzo Santa Margherita saranno aperte al pubblico gratuitamente con orario festivo, dalle 10.30 alle 19.30.
A Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103, sarà possibile visitare “Fotogiornalismo e reportage. Immagini dalla collezione della Galleria civica di Modena”, e “L’Informale in Italia. Opere dalla collezione della Galleria civica di Modena” ed inoltre, su prenotazione, sarà possibile accedere alla visione del videodramma a spettatore unico dal titolo “Nei Molti Mondi”, un omaggio a Philip K. Dick di Guido Acampa e Gabriele Frasca.
Organizzate e coprodotte dalla Galleria civica di Modena e dalla Fondazione cassa di risparmio di Modena, allestite rispettivamente in sala grande e nelle sale superiori di Palazzo Santa Margherita, le mostre presentano: la prima, una significativa selezione di opere dalla raccolta di fotografia con un progetto che attinge in gran parte dal fondo Franco Fontana incentrato sul fotogiornalismo e sul reportage a cura di Silvia Ferrari; la seconda, a cura di Marco Pierini, più di cento disegni e incisioni dei massimi esponenti dell’Informale italiano in un arco cronologico compreso fra la metà degli anni Quaranta e la fine degli anni Sessanta selezionati dal patrimonio della galleria.
“Nei Molti Mondi”, ispirato a un racconto di Philip K. Dick pubblicato nel 1980, “I Hope I Shall Arrive Soon” è un lavoro destinato a un solo spettatore per volta, che propone un’ora e venti di visione totalmente immersiva, in una sala insonorizzata provvista di una seduta appositamente costruita per questa particolare fruizione. Per informazioni e prenotazioni 059 203 2919 in orario di mostra.
Alla Palazzina dei Giardini, in corso Canalgrande, è aperta al pubblico “IRWIN. Dreams and Conflicts” a cura di Julia Draganović e Claudia Löffelholz di LaRete Art Projects. Promossa e organizzata in collaborazione con la Kunsthalle Osnabrück (Germania) e il Łaźnia Centre for Contemporary Art di Danzica (Polonia) la mostra ripercorre la storia del collettivo nato nel 1983 dal sodalizio di giovani artisti provenienti dai movimenti del punk e del graffitismo di Lubiana: Dušan Mandič, Miran Mohar, Andrej Savski, Roman Uranjek e Borut Vogelnik e presenta fotografie, installazioni e video, risultato di più di trent’anni di collaborazioni con alcuni degli artisti più significativi della scena internazionale contemporanea. Aperto anche dalle 16.30 alle 18.30il Consolato di NSK State in Time, dove sarà possibile richiedere il passaporto che dà diritto di aggiungere alla propria cittadinanza quella della nazione utopica, fondata nel 1992. Il costo del passaporto è di 24 euro.

AL MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO: MOSTRA STRADE, VISITE GUIDATE GRATUITE CON LA CURATRICE

Nel pomeriggio di sabato 3 maggio, alle 16 e alle 17.30, doppio appuntamento con l’opportunità di due visite guidate gratuite alla mostra “Strade” allestita ai Musei Civici di Palazzo dei Musei (largo Sant’Agostino, terzo piano).

Cristiana Zanasi, curatrice della mostra, guiderà i visitatori lungo il percorso dell’esposizione, che comprende interviste, slideshow, postazioni multimediali, testimonianze dei partecipanti, installazioni e reperti per comprendere il senso di un progetto partecipato sul tema trasversale delle strade. A partire dalle raccolte archeologiche ed etnologiche, infatti, per dieci mesi si sono intrecciati racconti che cittadini modenesi provenienti da quindici diversi paesi del mondo hanno affidato al Museo e che sono confluiti nella mostra e nell’agenda interculturale 2014, realizzate in collaborazione con la Casa delle Culture, l’Università di Modena e Reggio Emilia e il Centro Stranieri.

La mostra è aperta a ingresso gratuito dal martedì al venerdì dalle 9 alle 12; sabato e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Informazioni al tel. 059 2033100 o 2033125, oppure sul sito (www.comune.modena.it/museoarcheologico).