Sgomberato in mattinata il campo nomadi abusivo di Casteldebole. L’operazione ha visto l’impiego di un numero considerevole di personale di polizia, di operatori e di mezzi. A darne notizia è il capogruppo leghista in Comune Manes Bernardini, che esprime “grande soddisfazione per l’intervento”, che – precisa – ha sanato una situazione indotta di degrado, microcriminalità, pericolo” e “sancisce il ripristino della legalità, in una Bologna sempre più vittima di balordi e zingari, soprattutto a causa del lassismo di chi amministra”.

“ Ora non abbassiamo la guardia” sprona Bernardini, che rilancia la “battaglia del Maggiore, costantemente presidiato dalla Lega Nord e dai nostri militanti”. Proprio nelle ultime ore – segnala Bernardini – si sono registrati ripetuti interventi dei vigili urbani per la presenza dei parcheggiatori abusivi”.

E sul tema degli accampamenti Rom interviene anche il sindaco di Verona Flavio Tosi, in queste ore in tour in Emilia. “A Verona abbiamo risolto il problema d’intesa con la comunità romena, con la quale abbiamo un ottimo rapporto. Appena insediati abbiamo immediatamente chiuso il campo rom che la precedente amministrazione aveva allestito con un esborso enorme di denaro pubblico. La quasi totalità degli occupanti aveva la fedina penale sporca, a dimostrazione del fatto che questa gente non è integrata perché non vuole integrarsi. Per questo ogni intervento del tipo di quello messo in atto al Maggiore è sacrosanto. Il sindaco Merola se la prende con la Lega? E’ la dimostrazione che ha poco senso della realtà. Forse è stato troppo in ufficio, anziché stare tra la gente. La Lega ha fatto una cosa sacrosanta”. E riguardo alla sicurezza tra le corsie dell’ospedale . “A Verona la direzione sanitaria si è affidata a un servizio di vigilanza privata che sorveglia i reparti h24. Proprio questa notte sono stati allontanati 12 nomadi” segnala il primo cittadino scaligero

 

 

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013